Eurolega: Milano, sconfitta d'orgoglio al Pireo

La squadra di Pianigiani si sveglia con colpevole ritardo nell’ultimo quarto. Vincono i greci per 87-80 nonostante un Goudelock da 20 punti

Eurolega: Milano, sconfitta d'orgoglio al Pireo

Nel 16° turno di Eurolega, Milano esce sconfitta dal confronto con l’Olympiakos Piero. I greci si impongono per 87-80 al termine di una partita condotta per lunghi tratti grazie soprattutto alla elevate percentuali fatte registrare nel tiro da tre. A Milano non basta la reazione d’orgoglio nell’ultimo quarto (17-27) guidata da un Goudelock autore di 20 punti. Tra i greci spiccano invece i 15 punti di Papanikolaou e Wiltjer.

Avvio di partita incoraggiante da parte di Milano che prova a tenere il ritmo di un’Olympiacos che può vantare un ruolino di marcia impressionante tra le mura amiche. 6-6 il parziale di apertura, poi sono le triple di Printezis a Spanoulis a fare la differenza per i padroni di casa con Milano che scivola a -9 costringendo coach Pianigiani al timeout. Al rientro dal minuto di sospensione, l’Olimpia prova a rimettersi in carreggiata grazie al primo canestro da tre punti della serata di Jerrells (18-11). Nel finale di quarto, arriva il nuovo allungo dell’Olympiacos con Milano che si aggrappa al canestro di Kuzminskas a ridosso della sirena: 26-17.

Di tutt’altro spessore è l’approccio dell’Olympiacos nel secondo quarto con Milano che sprofonda a -12 (35-23) dopo le tre bombe consecutive di Wiltjer (2) e Papapetrou con i greci che viaggiano con oltre il 50% dal perimetro. Tra le file di Milano l’unico a trovare la via del canestro nella prima metà di secondo quarto è il Jerrells che invano prova a scuotere i suoi (41-27). Prova a farsi notare anche Tarczewski, già a quota 9 all’intervallo al pari di Jerrells, ma il parziale, dopo due quarti di gara, vede ancora Milano sotto di 14 punti (48-34).

È il tiro da tre a fare la differenza tra le due squadre. Un trend confermato anche in apertura di terzo quarto con il solo Jerrells capace di trovare il canestro dalla lunga distanza (55-42) con l’Olympiacos che si avvicina a grandi passi verso la vittoria. A metà quarto, nonostante l’ampio vantaggio accumulato è Sfairopoulos a chiamare timeout. Botta e risposta Papanikolaou-Jerrells da tre (64-50) con Milano che però non riesce a risollevare le proprie percentuali in attacco. A 10’ dal termine il parziale di 70-53 suona già come una condanna per Milano.

Con il risultato che sembra ormai mai in cassaforte gli ultimi minuti sono di puro garbage time per i greci. Un Goudelock, decisamente sottotono, prova ad aggiustare il tiro proprio nel finale con Milano che si sveglia negli ultimi minuti e con colpevole ritardo. Nel finale ci pensa il solito Spanoulis a ristabilire le distanze scacciando i fantasmi dal Pireo. Risultato finale 87-80.

TAGS:
Eurolega
Olympiacos
Milano
Kuzminskas

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X