Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale

Le news di giornata

ROMA, PALLOTTA: "ACQUA CALMA, TUTTO BENE"

La vittoria sofferta col Genoa ha salvato la panchina di Di Francesco. E il presidente Pallotta rassicura tutti sulla situazione. "Soddisfatto? Acqua calma, tutto bene", ha spiegato a Sky Sport il patron giallorosso.

PANDEV: "IL RIGORE? L'ARBITRO SI E' MESSO A RIDERE"

Non ha dubbi sul fallo da rigore subito nel recupero contro la Roma. "Il rigore su di me? Ci dispiace, c'era - ha spiegato l'attaccante del Genoa -. Come facciamo errori noi anche l’arbitro ha fatto un errore grosso". "Non ho protestato? Ho detto all'arbitro di andarlo a rivedere e lui non mi ha detto niente, si è messo a ridere - ha aggiunto -. Non meritavamo di perdere". "Ci possono stare errori così, ma con il VAR si poteva evitare - ha concluso -. L'arbitro ha detto che aveva visto bene lui e non ha voluto interpellare il VAR".

ROMA, CRISTANTE: "VITTORIA SOFFERTA"

Sicuramente questa vittoria ci dà una grossa mano. Era importante, anche se è arrivata in maniera così sofferta". Così Cristante, autore del 3-2 che ha deciso il match, ha commentato la vittoria col Genoa. "Avevamo voglia di vincere, nelle altre partite c'era mancato l'atteggiamento nel secondo tempo - ha aggiunto -. Siamo rimasti concentrati fino al 90', abbiamo sofferto ma va bene così. Questo deve essere un punto di partenza". Poi sull'errore di Olsen: "Capita, ha fatto grandi parate in altre partite. Non sarà questo errore a farlo diventare scarso".

GENOA, PRANDELLI: "SU PANDEV RIGORE NETTO"

Non usa giri di parole Cesare Prandelli per commentare l'episodio contestato nel recupero contro la Roma. "Il rigore non dato? Ci sentiamo un po' defraudati, abbiamo fatto degli errori tecnici, ma ce ne sono stati anche arbitrali - ha spiegato - Non capisco perché non abbiamo ricontrollato questo rigore clamoroso su Pandev. C'è un fallo con le mani e con i piedi".

CAGLIARI, MARAN: "NON SO SE LA PUNIZIONE C'ERA"

Rolando Maran è amareggiato per la sconfitta nel recupero contro il Napoli. "Il rammarico sta nel non aver portato a casa un risultato positivo. Abbiamo dato tutto, facendo la partita che volevamo. Abbiamo creato con coraggio, senza concedere neanche più di tanto ad un Napoli che di solito crea tanto. Abbiamo perso due difensori nel finale, la fortuna o la sfortuna sta anche in queste cose. Purtroppo è andata così. Mi dispiace tantissimo per i ragazzi, che erano rabbiosi per questa sconfitta, e per i nostri tifosi che ci hanno sostenuto fino alla fine. E' venuta fuori una parabola incredibile al 90' e abbiamo perso". Il tecnico del Cagliari se la prende con Doveri: "La cosa che mi ha rammaricato è che continuavano ad essere aggiunti dei minuti di recupero sullo 0-0, poi da quando siamo andati sotto abbiamo giocato due minuti e 19 secondi. Questo mi ha fatto arrabbiare molto perché difendo i miei colori e potevamo avere la possibilità di pareggiare. Probabilmente anche sulla punizione c'è da capire se c'è o no questo fallo".

MORTE PULICI: LAZIO COL LUTTO AL BRACCIO CONTRO L'ATALANTA

La Lazio comunica che domani, in occasione della gara Atalanta-Lazio, valida per il sedicesimo turno di Serie A TIM, la formazione biancoceleste indosserà un lutto al braccio in ricordo ed in memoria di Felice Pulici.

ULTRAS CAGLIARI TENTANO ASSALTO AI NAPOLETANI

Momenti di tensione nella tarda mattinata a Capoterra, a 20 km da Cagliari, tra un gruppo di tifosi del Napoli e sardi. Nessuno scontro, ma solo danni alle porte e alla finestre di una struttura alberghiera. Una decina di supporter partenopei era ospite di un residence e si stava preparando per uscire e raggiungere la Sardegna Arena per assistere alla partita. Un gruppo di supporter del Cagliari, circa una ventina di persone, ha raggiunto la struttura alberghiera, cercando di entrare per aggredire gli ultras avversari. I tifosi del Napoli si sono barricati nelle stanze, mentre i cagliaritani, alcuni armati di bastone, tentavano di sfondare le porte. Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra volante di Cagliari e i carabinieri. Quando le forze dell'ordine sono arrivate al residence i tifosi cagliaritani erano gia' fuggiti, non prima di aver danneggiato porte e finestre del residence. I tifosi del Napoli sono stati poi scortati fino allo stadio. La polizia ha avviato le indagini sull'episodio.

SASSUOLO, DE ZERBI: "FELICI DELLA CLASSIFICA"

Il suo Sassuolo e' settimo in classifica, al momento a una lunghezza dalla Lazio sesta, ma Roberto De Zerbi non si accontenta e guarda oltre. "Siamo tutti molto felici della classifica. Con i se e con i ma non si fa niente. Con piu' cattiveria, esperienza e furbizia avremmo potuto avere qualche punto in piu'. L'ha detto il campo, non io. Abbiamo pareggiato qualche partita che avremmo potuto vincere - ha detto dopo la vittoria in casa del Frosinone - Prima dell'autogol abbiamo avuto diverse occasioni per segnare e non l'abbiamo fatto. Io non credo tanto in fortuna e sfortuna. Abbiamo perso due punti con la Fiorentina per colpa nostra, non siamo ancora capaci di portare a casa un risultato all'89'. La squadra è giovane, dobbiamo migliorare su queste cose, quando lo faremo saremo pronti per chiedere di piu' anche al campionato".

SAMPDORIA, GIAMPAOLO: "ABBIAMO DOMINATO"

"Oggi mi è piaciuta molto l'interpretazione. La squadra anche su un terreno non sempre agevole ha avuto una percentuale di possesso palla altissima e non ha rischiato quasi niente avendo il predominio del gioco. Non abbiamo mai rinunciato a giocare, nel primo tempo li abbiamo un po' stancati perché hanno corso tanto e nel secondo tempo abbiamo raccolto i frutti di quel volume di gioco forse oggi ha toccato il punto più alto". E' soddisfatto il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo nell'analizzare la vittoria ottenuta contro il Parma. "L'unica squadra che non perde un colpo è la Juventus, le altre sono discontinue - ha aggiunto - Avessimo fatto due risultati in più potevamo forse essere quarti, io sono contento di quello che i ragazzi hanno fatto fino ad oggi. Mi piacerebbe ripetere il più possibile questo tipo di gioco, la via per diventare una squadra importante è questa".

FROSINONE, LONGO: "TROPPO BRUTTI PER ESSERE VERI"

"Non dobbiamo appellarci alla sfortuna. Oggi abbiamo sbagliato completamente la prestazione, ha prevalso la pressione di dover vincere questa partita per forza. Abbiamo sbagliato l'intera gara, nell'approccio e nello sviluppo". E' il commento di Moreno Longo, allenatore del Frosinone, dopo la sconfitta casalinga con il Sassuolo. "La palla pesava, non eravamo disinvolti come siamo stati in altre partite. Poi gli episodi fanno parte del calcio", ha spiegato. "Quando vai in svantaggio - ha aggiunto - diventa tutto più complicato. Il nostro secondo tempo non è stato all'altezza. Ci prendiamo questa sconfitta meritata e ci lecchiamo le ferite. Eravamo tropo brutti per essere veri, da tecnico mi assumo le responsabilità", ha concluso Longo.

FIORENTINA, PIOLI: "SIMEONE? PREFERISCO ALTRE ESULTANZE. SU MIRALLAS..."

"Simeone? Il momento difficile può capitare, però preferisco altre esultanze". Il tecnico della Fiorentina Stefano Pioli 'bacchetta' il suo attaccante, che al momento del gol ha zittito la curva viola. "Vittoria che sa di svolta? Oggi non credo che i ragazzi fossero liberi di testa. Serve per la crescita della squadra, se vogliamo l'Europa bisogna affrontare le difficoltà con coraggio. Modulo nuovo? Per tutta la settimana abbiamo studiato i nostri avversari, abbiamo commesso un errore sul primo gol ma la partita la stavamo facendo noi. All'inizio non c'era lucidità e spensieratezza, ci siamo sbloccati dopo il pareggio di Mirallas che ha fatto un'ottima prestazione. Mi ha chiesto lui il cambio... lo dico per essere chiaro, così quelli che sono dietro la mia panchina capiscono...".

FIORENTINA, PEZZELLA: "VITTORIA CHE DA' TRANQUILLITA'"

"Vittoria può darvi qualcosa in più per le prossime partite? La classifica è ancora lì, è un campionato difficile per tutti. L'ultimo è stato un percorso duro, senza vittorie nelle ultime otto partite. Volevamo questa vittoria, perché quando si vince, poi, si lavora più tranquilli". Così German Pezzella, difensore della Fiorentina, ha commentato dopo il successo sull'Empoli. "Oggi, qualcosa l'abbiamo fatta male, perché nel primo tempo eravamo sotto dopo venti minuti e non abbiamo bisogno di prender un gol per ripartire. Dobbiamo capire che dobbiamo mettere in campo subito quello che, poi, abbiamo messo, soprattutto, nel secondo tempo", ha spiegato il giocatore viola. "Simeone? E' un giocatore importantissimo per noi ed è anche un bravissimo ragazzo. Noi vediamo come lavora ogni giorno, come si sforza per trovare il gol. Quando ritrova questa strada, è buono per tutti, per la squadra, anche per lui e, sicuramente, questo gli dà fiducia", ha aggiunto.

EMPOLI, IACHINI: "MEGLIO LA FIORENTINA NEL 2° TEMPO"

"La partita è stata decisa dagli episodi anche se c'è da dire che la Fiorentina nel secondo tempo ha fatto meglio". E' l'ammissione del tecnico dell'Empoli Beppe Iachini dopo la sconfitta incassata al 'Franchi'. "Sono dispiaciuto perché è arrivata una sconfitta in una gara per noi importante, dovevamo dare continuità di risultati e prestazioni. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, siamo passati in vantaggio e abbiamo sbagliato qualche situazione importante che ci poteva portare a fare il secondo gol, non siamo stati bravi e abbiamo peccato di malizia - ha aggiunto - Poi abbiamo preso gol su un nostro errore. Nel secondo tempo purtroppo abbiamo perso in mezzo al campo Bennacer, questo ci ha tolto un po' di geometrie e di palleggio e abbiamo commesso qualche errore".

PARMA, D'AVERSA: "SI E' VISTA LA DIFFERENZA TRA NOI E LA SAMP"

"Abbiamo fatto bene il primo tempo, con un'ottima fase difensiva e avremmo potuto anche passare in vantaggio. Nel secondo tempo la Sampdoria ci è stata superiore dal punto di vista fisico e tecnico, nulla da recriminare sul risultato, si è vista la differenza". Così l'allenatore del Parma Roberto D'Aversa dopo la sconfitta in casa della Sampdoria. "I ragazzi stanno facendo qualcosa di straordinario ma non dobbiamo sentirci appagati, la Serie A è micidiale. Se abbassiamo la tensione andiamo incontro a situazioni spiacevoli, serve umiltà in ogni partita. L'obiettivo è la salvezza, non dobbiamo dimenticarci da dove siamo partiti questa estate".

LAZIO, INZAGHI: "CON L'ATALANTA CI VUOLE UNA GRANDE GARA"

La sua Lazio è reduce da una striscia di 6 partite senza vittoria e Inzaghi spera di cambiare marcia contro l'Atalanta. "Manca qualcosina dal punto di vista della crescita - ha spiegato - Domani dovremo fare una grande partita, voglio una squadra che lotta su ogni palla. Sappiamo cosa troveremo a Bergamo, un'ottima squadra con un grande allenatore che stimo molto, insieme ad Allegri sono i migliori qui in Italia". Sulla formazione: "Berisha ha avuto un risentimento nella partita di giovedì, non lo rischieremo domani ma nella prossima dovrebbe esserci. Leiva sta molto meglio, voleva rientrare ma l'ultimo esame svolto non ha ancora dato l'ok per metterlo in gruppo a pieno regime. E' molto dispiaciuto, per noi è una grande mancanza. Domani mancheranno loro due, gli altri sono tutti disponibili". "Rimpianti per Gomez? Sono felice dei giocatori che ho. Correa sta facendo grandi cose, non dimentichiamoci che conosceva già il campionato. Il suo inserimento è stato facilitato per questo. Il Papu sarà un osservato speciale domani, puo' cambiare gli equilibri della partita".

CHIEVO, DI CARLO: "RITROVATO IL GIUSTO SPIRITO"

"La Spal è stata più brava di noi nel secondo tempo, ma abbiamo saputo soffrire e portare a casa dei punti. Da quando sono arrivato si stanno impegnando tutti per cercare di ritrovare quello spirito che prima si era un po' perso". Il tecnico del Chievo Domenico Di Carlo ha commentato così il pareggio in casa della Spal. "Nelle prime 12 partite la squadra aveva preso 30 gol, mi sembrano tanti per provare a salvarsi, oggi abbiamo rimesso a posto l'equilibrio e la mentalità. Bisogna lavorare sulla finalizzazione e sull'ultimo passaggio. La classifica non dobbiamo guardarla, dobbiamo guardare a noi stessi scendendo in campo e battagliando con tutti".

SPAL, SEMPLICI: "MANCATO SOLO IL GOL"

"I ragazzi hanno fatto la gara che dovevano fare, ci è mancato solo il gol". Il tecnico della Spal Leonardo Semplici commenta con un pizzico di rammarico il pareggio casalingo contro il Chievo. "E' un momento anche sfortunato sotto certi aspetti, ma se giochiamo con questa voglia prima o poi torneremo a vincere e a camminare più veloce. I fischi dei tifosi a fine match? Il calcio dimentica velocemente, noi dobbiamo continuare a fare la prestazione e attraverso la prestazione qualcuno che ha fischiato tornerà ad applaudirci. Questa è una squadra che dà sempre tutto, in 4 anni e mezzo si è creata una unità di intenti da parte di tutti e questa deve rimanere, il nostro pubblico è determinante per trovare la salvezza".

PULICI, IL CORDOGLIO DELLA LAZIO

La Lazio, il suo presidente Claudio Lotito, il tecnico Simone Inzaghi, i giocatori e tutto lo staff esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Felice Pulici, portiere della squadra biancoceleste che nel 1974 vinse il primo storico Scudetto. Attraverso una nota il club biancoceleste si unisce al dolore della famiglia. In conferenza stampa, io ricordo di Simone Inzaghi alla vigilia di Atalanta-Lazio: "Per noi è una brutta notizia appresa un quarto d'ora fa mentre eravamo a pranzo, tocca tutto il mondo Lazio e a me in particolare: io ho un ricordo bellissimo di lui, quando sono arrivato nel '99 era un dirigente sella Lazio, fu un punto di riferimento e una persona molto vicina allo spogliatoio. Mi ha aiutato nel mio inserimento, perdiamo un grandissimo laziale e un grandissimo uomo".

ATALANTA, GASP: "GOMEZ PUNTO DI RIFERIMENTO"

"Gomez è un punto di riferimento per i compagni e la sua nuova posizione lo arricchisce". Alla vigilia dello scontro con la Lazio, Gian Piero Gasperini elogia il leader e capitano dell'Atalanta. "Ha una tecnica e una capacità di muoversi tale da poter giocare tranquillamente in più ruoli - spiega l'allenatore nerazzurro -. Questo nuovo ruolo dietro le punte lo può fare perché ha classe e personalità: contrastarlo è difficile anche se gioca più centrale. Ha caratteristiche di base molto offensive, ma si adatta benissimo a un ruolo più di servizio che di finalizzazione". Una battuta sul confronto al sapore d'Europa: "Vincere questo tipo di partite proietterebbe molto in alto, ma per me la Lazio è una delle big e punta alla qualificazione Champions - chiude Gasperini -. Mi aspetto un confronto molto combattuto: noi siamo in forma e fiduciosi, l'opportunità è difficile da cogliere ma i tre punti alzerebbero l'asticella degli obiettivi e dell'autostima".

LAZIO, MORTO FELICE PULICI

Lutto per il calcio italiano: è morto Felice Pulici, portiere del primo scudetto della Lazio. Lo apprende l'Ansa. L'ex numero 1 biancoceleste aveva 73 anni.

ROMA, PROTESTA DELLA CURVA SUD CONTRO IL GENOA

Niente cori e niente sventolio di bandiere per i primi 10 minuti della gara tra Roma e Genoa. La Curva Sud questa sera allo stadio Olimpico esprimerà così il proprio dissenso nei confronti di società e squadra giallorossa. Il settore caldo occupato sugli spalti dai sostenitori romanisti ha annunciato lo sciopero del tifo attraverso un comunicato in cui si spiega che "non chiediamo vittorie ma chiarezza e rispetto, quelli sì", elencando poi una serie di affermazioni pronunciate nel tempo dal presidente Pallotta, dal dg Baldissoni e dal ds Monchi mai confermate dai fatti secondo la tifoseria.

TORINO, IAGO FALQUE: "CHE ORGOGLIO"

Iago Falque, assente nel derby contro la Juventus, fa i complimenti al Torino: "Orgoglioso di far parte di questa squadra! - scrive su Instagram - Grande partita, ragazzi! Avanti cosi'!".

JUVENTUS, ALLEGRI: "BISOGNA SPORCARSI LE MANI"

"Quando c'è un po' di fango, bisogna sapersi sporcare le mani". Massimiliano Allegri usa questa metafora, su Twitter, per raccontare il derby della Mole, conquistato dalla Juve grazie al rigore realizzato da Ronaldo nella ripresa. "Bravi a ottenere un'altra vittoria in una partita che per tutto l'ambiente vale più di tre punti", aggiunge l'allenatore bianconero, alla quindicesima vittoria in sedici partite in questo inizio di campionato da record per la Juventus

Le news di giornata

TORINO-JUVENTUS, ARRESTATI 10 TIFOSI

Dieci tifosi sono stati arrestati per le tensioni che si sono verificate fuori dallo stadio Olimpico Grande Torino prima del derby della Mole. Altri cinque sono stati indagati per rissa. Per tutti verrà valutato il Daspo. Tra gli arrestati ci sono otto francesi, tra cui un agente della polizia di frontiera di Modane. Appartenenti al gruppo di tifosi conosciuti come Drughi, sono stati trovati in possesso di grossi petardi. Sempre fuori dallo stadio sono stati arrestati, per lancio di oggetti pericolosi e rissa, un tifoso della Juventus e uno del Torino.

JUVENTUS, RONALDO: "CONTENTO PER IL RECORD"

Cristiano Ronaldo ha messo la firma anche in Torino-Juventus: "Partita molto complicata su un campo difficile. Abbiamo creato più opportunità e abbiamo giocato meglio, abbiamo meritato di vincere. Gol numero 5000 della Juve? L'importante è aiutare la squadra, sono molto contento per il record. Ichazo? Il portiere e' stato bravo, ma io ho tirato molto forte e la palla è entrata", ha dichiarato a Dazn.

UDINESE, NICOLA: "ALCUNI DEI MIEI NON STAVANO BENE"

Davide Nicola dopo lo 0-1 di San Siro contro l'Inter: "Della prestazione di oggi dell'Udinese" sono molto soddisfatto, perché per larghi tratti non abbiamo giocato solo di ripartenza. Nel secondo tempo abbiamo fatto 20' di ottimo livello: sono molto contento, oggi abbiamo avuto diversi giocatori anche con il virus ed alcuni di essi sono riusciti a giocare lo stesso. Questo vuol dire sacrificarsi" le parole a Inter Tv.

INTER, ICARDI: "POSSIAMO RIPRENDERE LE SQUADRE DAVANTI"

"È un segnale che dovevamo dare dopo la partita di martedì, perché siamo dispiaciuti per quello che è accaduto ma sappiamo che in campionato siamo ancora lì. Possiamo prendere le squadre che sono davanti e cercheremo di fare il meglio possibile per arrivare a questo". Lo ha detto l'attaccante dell'Inter Mauro Icardi dopo la vittoria sull'Udinese. "Come si può dimenticare la delusione della Champions? Si può dimenticare vincendo, facendo bene nelle partite che ci rimangono da qui alla sosta e cercando di finire quest'anno nel migliore dei modi - ha aggiunto l'argentino - Il rinnovo di contratto? Io non devo dire niente. Parla lei (Wanda Nara, ndr) con la società e io devo fare il mio lavoro in campo. Le altre cose non mi riguardano. Se devo firmare e quando devo firmare lo decidono loro e poi io sono tranquillo".

MONDIALE PER CLUB, SEMIIFINALE AL AIN-RIVER PLATE

Sarà l'Al Ain, squadra degli Emirati Arabi, a sfidare il River Plate nella seconda semifinale del Mondiale per club. Nella partita dei quarti giocata nell'Hazza Bin Zayed Stadium di Al Ain City, la squadra di casa ha battuto per 3-0 i campioni d'Africa dell'Esperance Tunisi. Queste le reti: nel pt 2' Hamad 16' El Shahat; nel st 15' Al Ahbabi

SERIE B, MALTEMPO: RINVIATA COSENZA-BENEVENTO

Rinviata a domani alle 17 Cosenza-Benevento, gara valida per la 16.ma giornata del campionato di Serie B. Sul San Vito infatti piove ininterrottamente da ieri sera. Dopo un sopralluogo dell'arbitro e dei capitani delle due squadre la gara, inizialmente solo posticipata, è stata rinviata.

BOLOGNA, SAPUTO: "MINACCE DISGUSTOSE"

Un "episodio disgustoso" che deve "rappresentare l'occasione per una riflessione": "non è ammissibile che il calcio diventi il pretesto per dare sfogo agli istinti più beceri, spesso tollerati o persino fomentati". Così Joey Saputo, patron del Bologna Calcio, condanna l'atto intimidatorio di ieri a Casteldebole, dove sono comparse tre croci con i nomi di altrettanti dirigenti del club: l'ad Claudio Fenucci, il direttore sportivo Riccardo Bigon e il manager Marco Di Vaio.

EMPOLI, IACHINI: "TATTICAMENTE DOVREMO FARE LA GARA PERFETTA"

"Tatticamente dovremo fare una partita perfetta, non possiamo sbagliare niente. Questa è una gara che si prepara da sola dal punto di vista emotivo. Sono curioso di vedere i ragazzi in una partita difficile come questa. Servirà grande personalità per affrontare al meglio la sfida". Il tecnico dell'Empoli Beppe Iachini presenta così il derby toscano contro la Fiorentina, dove ha militato per cinque stagioni. "L'accoglienza del Franchi? Spero sia bella come sempre e quella è la più bella testimonianza del lavoro che uno fa e soprattutto di come si comporta come uomo".

PARMA, D'AVERSA: "POSSIAMO METTERE IN DIFFICOLTA' LA SAMP"

"La Sampdoria l'abbiano incontrata in amichevole durante la preparazione, ma sarà una gara diversa sebbene quest'estate si fosse vista la caratura di questa squadra e la loro organizzazione dovuta al lavoro dell'allenatore su entrambe le fasi". Roberto D'Aversa, allenatore del Parma, presenta così la sfida di domani pomeriggio in casa dei blucerchiati. "Loro hanno avuto per gran parte del girone d'andata la migliore difesa ma fanno anche un calcio propositivo fatto di fraseggi e verticalizzazioni con giocatori di qualità", ha spiegato il tecnico in conferenza stampa. "Questa squadra va rispettata ma dobbiamo cercare di metterli in difficoltà perché anche noi abbiamo qualità importanti".

MONDIALE PER CLUB: KASHIMA IN SEMIFINALE CON IL REAL

I giapponesi del Kashima Antlers, club campione d'Asia di cui è direttore tecnico Zico, si sono qualificati per le semifinali del Mondiale per club ad Abu Dhabi battendo i messicani del Chivas di Guadalajara per 3-2 in un match dei quarti giocato oggi. Queste le reti: nel pt 2' Zaldivar (C); nel st 3' Nagaki (K), 23' Serginho (K-rigore), 38' Abe (K), 48 Pulido (C-rigore, assegnato dopo 'esame' al Var). Nella semifinale di mercoledì 19 il Kashima Antlers affronterà il Real Madrid, da cui venne battuto per 4-2 nella finale del Mondiale 2016, con tripletta di Cristino Ronaldo.

MILAN, REINA: "CHE COLPO L'ELIMINAZIONE, DOBBIAMO DARE DI PIU'"

L'eliminazione in Europa League "ha ferito nell'orgoglio" il Milan che ora dovrà "andare a Bologna con il coltello tra i denti". Ne è convinto Pepe Reina: "E' stato un vero colpo, bisogna reagire, lavorare a testa bassa. Contro l'Olympiacos non abbiamo perso per l'arbitro, gli errori più grandi li abbiamo commessi noi. Avevamo due risultati possibili e non abbiamo avuto la giusta cattiveria per andare a vincere". Reina chiede a tutti una reazione e un filotto di vittorie per chiudere il 2018 con serenità e restare al quarto posto in campionato: "Si vince e si perde tutti insieme ma ognuno deve dare il 10% in più di quello che abbiamo dato. Gattuso ci mette sempre la faccia, è il capitano di questa barca. Tutti vogliamo reagire per raddrizzare una stagione che prima di giovedì non andava per niente male. Martedì bisogna andare a Bologna col coltello tra i denti, cercando di vincere una striscia di partite prima delle vacanze e affrontare così la seconda parte di stagione nel migliore dei modi".

FIORENTINA, PIOLI: "CON L'EMPOLI IMPORTANTE MA NON DECISIVA"

"Quella di domani con l'Empoli è una gara sicuramente molto importante perché sta pesando il fatto che non vinciamo da tanto tempo, ma non è decisiva per i nostri obiettivi finali". Lo ha detto l'allenatore della Fiorentina Stefano Pioli in vista del derby contro la formazione allenata da Iachini, con il quale il tecnico viola e' stato compagno di squadra per diversi anni. "Beppe non me ne voglia ma non parlo dell'Empoli dico solo - ha sottolineato Pioli - che domani per noi conta solo giocare bene e vincere. La classifica è molto corta, c'è tempo per recuperare". Pioli e la squadra hanno avuto un incontro con i tifosi dopo la contestazione di domenica scorsa: "Ci hanno ribadito il loro sostegno e che hanno un rapporto particolare con questi giocatori"

GENOA, PRANDELLI: "MI ASPETTO UNA ROMA FERITA"

"Che Roma mi aspetto ? Troveremo una squadra ferita che vorrà fare la partita giusta per riappacificarsi con la gente. Per noi sarà determinante il nostro atteggiamento e la voglia di non essere la vittima predestinata: non dobbiamo subire ma fare la partita". Il tecnico del Genoa Cesare Prandelli carica così la squadra in vista della trasferta di domani all'Olimpico contro i giallorossi di Di Francesco che stanno vivendo un periodo non semplice. Per Prandelli sara' un ritorno nella capitale. Nel 2004 fu ingaggiato dalla Roma ma si dimise prima dell'inizio del campionato a causa della grave malattia che colpi' la moglie Manuela: "Sono stato due mesi a Roma ma sono stati due mesi indimenticabili. Il dopo e' stato molto significativo".

MODRIC: "CRITICHE SIMEONE? DANNEGGIA SEMPRE IL REAL"

Diego Simeone "ha un costante bisogno di danneggiare il Real Madrid e i suoi giocatori". Luka Modric risponde così al tecnico dell'Atletico Madrid che recentemente ha dichiarato che il Pallone d'Oro andava assegnato ad Antoine Griezmann. "Giusto che promuova i propri giocatori, ma coglie ogni occasione per fare insinuazione irrealistiche per sminuire i risultati del Real", ha spiegato il centrocampista in un'intervista a 'Sportske Novosti'. "Ho grande rispetto per Simeone, i giocatori e i tifosi di un grande club come l'Atletico. Quando vincono, noi ci congratuliamo. Ma non e' giusto - ha aggiunto il Pallone d'Oro 2018 - che i nostri successi, tra cui le due vittoriose finali di Champions League contro di loro, siano sminuite dalle sue costanti tesi populiste riguardanti qualche tipo di favori al Real Madrid".

SAMPDORIA, GIAMPAOLO: "CONTRO IL PARMA SERVE UNA GARA AL 100%"

"L'avversario di domani ha avuto un avvio di stagione molto positivo, vincendo gare importanti su campi difficili. Sarà una gara difficile, da affrontare con calma, restando concentrati sulle palle inattive. Dovremo giocarla al cento per cento". Parole del tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo alla vigilia della gara contro il Parma. "L'immagine più bella dell'ultimo periodo è quella del gol di Saponara che ha rappresentato arte e poi l'esultanza con tutta la squadra, panchina compresa a festeggiare insieme - ha proseguito - In Lazio-Samp c'è stato di tutto: buona qualità di palleggio, buona personalità, voglia di soffrire e spirito di squadra. Abbiamo dato continuità ai nostri risultati, sfatando anche un campo che nelle ultime stagioni ci aveva portato male".

CAGLIARI, MARAN: "RIPARTIAMO DALL'IMMAGINE DEL GOL DI SAU"

"Dobbiamo ripartire da un'immagine, quella di esplosione di gioia dopo il gol di Sau". Maran carica il suo Cagliari in vista della gara casalinga contro il Napoli. "Affrontare il Napoli non deve impaurirci, dev'essere uno stimolo a far meglio - ha proseguito nella conferenza stampa della vigilia - Col tempo stiamo maturando, soprattutto nella gestione della gara: avere pazienza e uscire da momenti no della partita sta diventando una virtù. Il coraggio si esprime nell'atteggiamento, non negli interpreti che scendono in campo. Anche domani sarà la parola chiave. Emozionarci ed emozionare, questo il nostro credo. Dobbiamo sempre uscire dal campo certi di aver dato tutto".

NAPOLI, ANCELOTTI: "OTTIMA REAZIONE DA SOCIETA' E SQUADRA"

"La reazione post-Champions e' stata molto positiva, c'e' stata sicuramente delusione, ma c'e' anche consapevolezza del fatto che nulla e' cambiato sulle nostre ambizioni o i progetti futuri. Anche a livello societario c'e' stata una gestione ottima della situazione, con grande equilibrio, e ora guardiamo con ottimismo al prosieguo della stagione". Cosi' l'allenatore del Napoli Carlo Ancelotti nella conferenza stampa di vigilia del match in casa del Cagliari. "L'Europa League sara' anche meno importante, ma nelle ultime due edizioni ha visto vincitrici due squadre top come Manchester United e Atletico Madrid, quindi c'e' tanta voglia di far bene", ha aggiunto.