TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale

Le news di giornata

SVEZIA, IL CT ALLONTANA IBRA DAL MONDIALE

Più no che sì: Zlatan Ibrahimovic non rientra nei piani del ct svedese Janne Andersson che in un'intervista alla rivista tedesca 'Kicker' ha ricordato di come "Zlatan ha rinunciato alla nazionale dopo l'Europeo, una decisione che io ho rispettato. Se ha deciso di lasciare la squadra, non penso che adesso dovrebbe tornare". In ogni caso - ha aggiunto il selezionatore svedese - lui non mi ha chiamato, ma non è sicuramente incluso nei piani per la Coppa del Mondo", ha detto ancora Andersson interpellato sulle ultime dichiarazioni del neo attaccante dei Los Angeles Galaxy.

DOPING, CHIESTI 4 ANNI DI SQUALIFICA PER JOAO PEDRO

Il centrocampista del Cagliari Joao Pedro è stato deferito dalla Procura nazionale antidoping. L'udienza davanti alla prima sezione del Tna è fissata per le ore 14 del 16 maggio. Secondo quanto si apprende la richiesta di squalifica è di 4 anni.

JUVE, BUFFON: "LITE CON BENATIA? INVENTATA"

Gigi Buffon è intervenuto sulla presunta lite con benatia dopo Juve-napoli. "È quel tipo di gossip, palesemente inventato, che si portano dietro le sconfitte di squadre che sembrano non avere talloni d'Achille come la Juventus. - ha detto a Juventus Tv - . Si cerca così di destabilizzare un ambiente e minare le certezze e l'unione di un gruppo". Sul finale di stagione: "Quella con l'Inter è una sfida decisiva, ma lo saranno anche quella con il Bologna, con la Roma, il Verona... E ci sarà la finale di Coppa Italia Sono venti giorni nei quali dobbiamo tornare in campo con ferocia e “brutalità sportiva” e nei quali dovremo essere tutti uniti, altrimenti si fa il gioco degli avversari e di chi, nei pochi nostri momenti di difficoltà, ha sempre cercato con notizie tendenziose di creare dei problemi, senza mai riuscirci".

SERIE A: 5 SQUALIFICATI PER UN TURNO

Sono in tutto cinque i calciatori squalificati per un turno in vista della 35.a giornata del campionato di Serie A. Si tratta di Bryan Boulaye Dabo (Fiorentina), Cheick Tidiane Diabate (Benevento), Claud Adjapong (Sassuolo), Cristian Daniel Ansaldi (Torino), Jakub Jankto (Udinese). Per quanto riguarda i club il giudice sportivo ha punito il Benevento con una ammenda di 3.000 euro per "indebita presenza, nel recinto di giuoco, di un collaboratore non iscritto in distinta che sostava sulla panchina aggiuntiva e che ritardava la regolare ripresa del giuoco trattenendo il pallone". Ammenda di 2.000 euro anche alla Spal per "avere suoi sostenitori, nel corso della gara, intonato cori insultanti nei confronti dell'arbitro".

BAYERN MONACO, BOATENG: "L'ELIMINAZIONE DEL 2017 NON E' PIU' NEI NOSTRI PENSIERI"

I veleni del match dei quarti di finale dello scorso anno al Bernabeu, quando l'arbitro Kassai ne combinò di tutti i colori, il difensore del Bayern Monaco, Jerome Boateng, assicura che "sono stati dimenticati". In conferenza stampa alla vigilia della semifinale di andata contro il Real, il nazionale tedesco spiega che "l'eliminazione dello scorso anno non è più nelle nostre menti, adesso abbiamo una grande occasione per raggiungere la finale di Kiev e siamo concentrati solo su questo. Non vedo l'ora di giocare contro questi grandi giocatori, anche contro Ronaldo, perché è sempre divertente giocare contro i migliori giocatori, è l'unico modo per migliorare". "Loro - aggiunge Boateng - sono davvero forti in attacco, molto forti in difesa e hanno un centrocampo equilibrato. C'è una ragione per cui hanno vinto due Champions League consecutive, ma siamo fiduciosi e faremo del nostro meglio per batterli".

BAYERN MONACO, HEYNCKES: "SIAMO IN FORMA COME NEL 2013"

"Siamo in una forma simile a quella del 2013": è il biglietto da visita con cui il tecnico dei bavaresi, Jupp Heynckes, si presenta in sala stampa alla vigilia della semifinale di andata di Champions, domani sera all'Allianz Arena, contro il Real Madrid, la squadra che da allenatore portò sul trono europeo nel 1998, dopo 32 anni di digiuno. "Ho bei ricordi della Champions League, come la finale contro la Juventus ad Amsterdam - ricorda il 73enne allenatore che nel 2013 portò i bavaresi a vincere il treble, Champions,Bundesliga e Coppa di Germania - è stata una sensazione fantastica. E' un privilegio per me adesso raggiungere la semifinale, e si spera la finale, contro uno dei miei vecchi club. Milioni di tifosi in tutto il mondo guarderanno questo match con passione, emozione, gioia e, forse, dispiacere", ha aggiunto Heynches che vede una sfida alla pari: "Per me non ci sono favoriti, ma ho buone sensazioni".

UDINESE, TIFOSI CONTRO SOCIETA’ E SQUADRA: ODDO “INNOCENTE”

I tifosi dell’Udinese seguiranno la squadra a Benevento in massa per tifare contro la squadra e la società. Come riporta la Gazzetta dello Sport, gli ultras friulani imputano alla famiglia Pozzo il non aver fatto degli investimenti che avrebbero evitato il rischio retrocessione. I sostenitori bianconeri ritengono invece esente da colpe il tecnico Massimo Oddo, sul punto di essere esonerato.

SEMPLICI: "LA JUVE NON SI LASCERA’ SFUGGIRE LO SCUDETTO"

Va controcorrente il tecnico della Spal, Leonardo Semplici: in tanti vedono il Napoli favorito nella corsa allo Scudetto, lui dice Juve: "Io dico 52% Juventus e 48% Napoli – ha detto a La Gazzetta dello Sport - la squadra di Sarri volerà sulle ali dell'entusiasmo lievitato dopo la vittoria di Torino. Però la Juventus è abituata a vincere, e secondo me comunque non si farà sfuggire lo scudetto".

ROMA, PALLOTTA: "VORREI VINCERE TUTTO ENTRO 5 ANNI"

"Entro cinque anni vorrei che la Roma avesse uno stadio, vincesse una Champions, uno scudetto e una coppa Italia. E che mi lasciasse i pochi capelli che mi restano". Così James Pallotta a poche ore dalla semifinale d'andata di Champions in casa del Liverpool. Il numero uno giallorosso si trova in Inghilterra ma questa sera non sarà allo stadio per assistere dal vivo all'incontro. "Ho le mie superstizioni. A Barcellona non sono andato, ma ho visto il ritorno all'Olimpico. Penso di dover fare la stessa cosa. Dove vedrà la partita? Non voglio dirlo pubblicamente, ma c'è un ristorante italiano a Londra dove con Franco Baldini e altri abbiamo già visto in passato delle partite". Di certo in caso di passaggio del turno il discorso cambierebbe. "Non sono mai stato a Kiev - confessa Pallotta a Espn parlando della sede della finale di Champions -. È una bella città, mi piacerebbe andarci. Le mie superstizioni sul fatto di vedere la Roma solo nelle partite in casa? Non è una partita in casa per chiunque avrà la fortuna di giocarla. Non credo che qualcosa mi potrebbe impedire di guardarla".

NAPOLI, IL 4 AGOSTO AMICHEVOLE CON IL LIVERPOOL

Il prossimo 4 agosto, all'Aviva Stadium di Dublino, il Napoli affronterà il Liverpool in una partita amichevole di grande prestigio. L'incontro è fissato per le 18 italiane: il presidente Aurelio De Laurentiis aveva preannunciato questa amichevole la scorsa settimana sottolineando come si trattasse di "una partita di grande prestigio contro una delle squadre più forti d'Europa, un grande spettacolo in vista della prossima stagione".

EUROPA LEAGUE: IL FRANCESE TURPIN PER ARSENAL-ATLETICO MADRID

Sarà il francese Clement Turpin ad arbitrare Arsenal-Atletico Madrid, semifinale di andata di Europa League che si giocherà giovedì 26 aprile a Londra con inizio alle 21.05. Turpin sarà coadiuvato dai connazionali Nicolas Danos e Cyril Gringore che fungeranno da assistenti mentre Ruddy Buquet e Nicolas Rainville saranno gli addizionali d'area e Hicham Zakrani il quarto uomo.

VERONA, CERCI: "SALVEZZA DIFFICILE, COLPA DI TUTTI"

Adesso è davvero difficile, per non dire impossibile: il Verona ha più di un piede in serie B. "Meglio non guardare la classifica perché adesso è davvero difficile mantenere la Serie A - ha detto Alessio Cerci dopo la gara di Genova - la responsabilità di questa situazione è di tutti: società, allenatore e giocatori. Sono mortificato: non riusciamo a fare gol. Contro il Genoa abbiamo dato tutto, ma non è bastato".

SCUDETTO, DONADONI: "SFIDA INCERTA E INTERESSANTE"

Il tecnico del Bologna Roberto Donadoni è intervenuto sulla sfida Scudetto che vede il duello tra Juventus e Napoli. "E' una sfida bella sfida, incerta, interessante – ha detto a La Gazzetta dello Sport - impossibile fare un pronostico, è tutto in gioco: sono alla pari secondo me, nei campionati più prestigiosi d'Europa non c'è imprevedibilità come nel nostro. Negli ultimissimi anni mai la lotta scudetto è stata così avvincente".

NAPOLI, ALBIOL: “LOTTIAMO CONTRO TUTTO IL NORD”

"La Juve è abituata alle vittorie, vince lo scudetto da sei anni senza rivali, era da tanto tempo che non si trovava un avversario così vicino come noi: ce la giochiamo – ha detto il difensore del Napoli, Raul Albiol, a El Partidazo de Cope - i bianconeri hanno tanti tifosi, ma a Napoli non lottiamo solo contro di loro: lo facciamo contro tutto il Nord. Stiamo vivendo qualcosa di bellissimo, Napoli ama i suoi calciatori".

GENOA, BESSA: "NESSUNA VENDETTA PERSONALE COL VERONA"

Niente dente avvelenato a sentire le parole di Daniel Bessa, che ieri ha siglato un gol che potrebbe valere la retrocessione per il Verona. "Sono contento e soddisfatto per il mio gol. Nessuna vendetta personale: io sono al Genoa e penso al Genoa, il mister (Pecchia, ndr) ha fatto le sue scelte, l'anno scorso ho ottenuto una promozione importante e non voglio commentare cose che non riguardano il Genoa".

FIORENTINA, L'APPELLO DEI TIFOSI: RIEMPIAMO IL FRANCHI

Il mondo del web fiorentino si divide: sbarrare la strada al Napoli, o "scansarsi" per evitare di fare un favore alla Juventus, in vista della partita contro il Napoli di domenica pomeriggio. Ma, a fronte di un grosso numero di sostenitori partenopei in arrivo, le associazioni del tifo viola hanno lanciato un appello a tutti per riempire il Franchi e lasciare meno spazio possibile ai tifosi napoletani.

Le news di giornata

PECCHIA: "CI PROVEREMO FINO ALLA FINE"

Fabio Pecchia mastica amaro dopo la pesante sconfitta col Genoa. "Stasera i miei ragazzi hanno avuto grande spirito e grande voglia di fare risultato su un campo difficile - ha spiegato il tecnico del Verona -. Non ci siamo riusciti ma ci abbiamo provato fino alla fine". "Mancano quattro giornate, il distacco è ampio e il cammino si è complicato nelle ultime tre gare dove abbiamo raccolto pochissimo", ha proseguito. "La matematica non ci condanna e abbiamo l'obbligo e il dovere morale di restare lì e di preparare al meglio le prossime sfide - ha continuato -. Dall'inizio abbiamo sempre rincorso in classifica, ma nelle ultime gare abbiamo sempre fatto la prestazione, lo spirito è sempre stato giusto". "E’ difficile trovare l’entusiasmo ma dovremo scendere in campo con la voglia di vincere e poi vedremo come finirà - ha concluso -. Cosa è mancato in questa stagione? In alcuni momenti una maggiore esperienza avrebbe dato più continuità al nostro rendimento. Abbiamo peccato di ingenuità anche perché siamo un gruppo giovane. Poi nella parte delicata del campionato abbiamo perso il nostro miglior giocatore davanti e l’abbiamo pagato. Però non cerco alibi, gli infortuni capitano a tutte le squadre".

GENOA, BALLARDINI: "SQUADRA GENEROSA"

Ballardini si gode la vittoria contro il Verona. "Non si può fare una partita intera al massimo - ha spiegato -. Ci teniamo questi ragazzi con i loro pregi, difetti e con la loro generosità". "Ci aiutiamo sempre molto in campo e siamo molto felici per la vittoria e per quello che abbiamo fatto - ha proseguito -. Questa squadra ha molti difetti ma i ragazzi sono stati bravissimi a mascherarli con qualità: il nostro campionato on è stato bello ma è stato il più difficile di tutti". "Complimenti alla squadra". "Gli applausi dei tifosi? Mi emozionano sempre perché sono molto timido -ha concluso -. Mi fanno molto piacere, provo sempre emozioni forti e piacevoli".

ATLETICO, NIENTE ARSENAL PER JUANFRAN

Tegola Juanfran per l'Atletico Madrid in vista della semifinale di Europa League contro l'Arsenal. Il difensore ha riportato una lesione muscolare alla gamba sinistra e dovrà restare fermo per tre settimane e non potrà scendere in campo nelle due gare contro gli inglesi.

FIORENTINA, CORSA CONTRO IL TEMPO DI BADELJ

Milan Badelj potrebbe tornare ad allenarsi in gruppo da domani, forzando i tempi rispetto alla tabella di marcia. Il centrocampista della Fiorentina si era infortunato a fine marzo nella partita della Nazionale croata contro il Perù, lesione al collaterale del ginocchio destro la diagnosi. Da allora si è allenato anche due volte al giorno ed è sempre stato vicino alla squadra andando anche sabato a Reggio Emilia.

CHIEVO, GIACCHERINI: “NON MERITAVAMO DI PERDERE CON L'INTER”

Una sconfitta che brucia: Emanuele Giaccherini è tornato sul ko interno interna contro l'Inter durante 'Chievo social live': “C’é molto rammarico, abbiamo fatto un’ottima gara ma usciamo con zero punti. Peccato perché per noi un punto voleva dire tanto, ma dobbiamo guardare avanti e non piangerci addosso. Noi non dovevamo prendere il secondo gol per restare in partita fino alla fine, potevamo recuperarla”.

GRECIA, RESPINTO RICORSO PAOK: AEK ATENE CAMPIONE

L'Aek Atene si conferma campione della Super League greca dopo che il Paok ha perso il ricorso presentato per la penalizzazione di 3 punti inflitta il mese scorso a causa dell'ingresso in campo del presidente Ivan Savvidis con un'arma. L'incidente ha portato il governo greco a sospendere le partite di campionato per due settimane. A due giornate dalla fine della Super League l'Aek si laureato campione a 24 anni di distanza dall'ultima volta grazie agli otto punti di vantaggio sullo stesso Paok, in lotta con l'Olympiakos per il secondo posto che vale la Champions League.

BOLOGNA, TANTI DUBBI PER DONADONI

Il Bologna riprenderà ad allenarsi mercoledì mattina al centro “N.Galli” di Casteldebole, dopo due giorni di riposo, in vista del match interno di domenica contro il Milan. Per Donadoni ancora molte valutazioni da fare sulla formazione che scenderà in campo: da monitorare infatti le condizioni di diversi giocatori, in particolare Torosidis, Destro, Helander, Pulgar e Donsah.

CHAMPIONS, PRUZZO: "ROMA ALLA PARI DELLE PIÙ FORTI"

Roberto Pruzzo, ex centravanti della Roma anni '80, ha parlato ai microfoni di Premium della semifinale di Champions che attende i giallorossi contro il Liverpool: “Cosa mi viene in mente quando penso al Liverpool? Ho sperato davvero che la Roma non incrociasse il Liverpool perché inevitabilmente ti torna in mente la finale di 34 anni fa che resta una grande delusione e che è una ferita ancora aperta e che ci porteremo dentro fino alla fine. Ma il calcio è fatto anche di queste cose e senza scordarci del passato bisogna guardare avanti. I rigori sbagliati contro Grobbelaar? Ne parlavo proprio oggi con il mio grande amico Ciccio Graziani che ringrazio anche oggi perché si prese una responsabilità pesante ma anche i grandi campioni possono sbagliare, e così andò. La Roma può andare in finale? Penso di sì ma non lo dico da tifoso della Roma ma perché in Champions i giallorossi hanno fatto benissimo e col Barcellona hanno dimostrato di giocarsela alla pari contro chiunque: hanno concrete possibilità di superare il Liverpool. Siamo rimasti tutti un po’ spiazzati dal percorso europeo della Roma. Nella gara d’andata di Barcellona si era vista una squadra che giocava bene ma con dei limiti e che aveva commesso delle ingenuità. Una settimana dopo, invece, ha giocato una partita perfetta e ha annullato totalmente Messi. Non bisogna pensare troppo in là ma la Roma ha dimostrato di essere alla pari dei club più forti. Un giocatore della Roma su chi punterei? Certamente Dzeko è il giocatore più atteso. Dall’altra parte invece ci sarà il suo ex compagno Salah”.

CROTONE, PREZZI RIBASSATI PER RIEMPIRE LO SCIDA

"Dobbiamo giocarci le gare con Sassuolo e Chievo come partite della vita per portare piu' punti a casa. Per riuscirci gia' da domenica serve che lo Scida sia una bolgia". Lo ha detto il presidente del Crotone, Gianni Vrenna, a margine di una manifestazione di beneficenza, annunciando una notevole riduzione del costo dei biglietti per la partita contro il Sassuolo di domenica 29 aprile (ore 12.30). "Abbiamo abbattuto i prezzi di curva, distinti e tribuna - ha aggiunto Vrenna - per cui spero che dalla citta' e dalla provincia arrivi il giusto sostegno affinche' lo Scida sia una bolgia per dare la spinta ai ragazzi che ne hanno bisogno". In particolare la curva sud costera' 10 euro, mentre in tribuna si potra' accedere con un tagliando unico da 25 euro. Cinquanta euro sara' il prezzo per la Tribuna Vip. Inoltre, tutti gli abbonati del settore Tribuna avranno la possibilita' di portare allo Scida un amico gratis. "Ci aspettano tre partite fondamentali - ha sostenuto ancora Vrenna - tre finali escludendo l'ultima di campionato perche' non vorremmo arrivare a Napoli con l'acqua alla gola. Per come ho visto la squadra penso che l'obiettivo e' alla nostra portata".

JUVE, MARCHISIO: "IL FINALE LO DECIDIAMO ANCORA NOI"

Il silenzio social era stato rotto soltanto da un post di Howedes, adesso via Twitter ha parlato anche il vicecapitano della Juventus, Claudio Marchisio che ha voluto tirare su il morale dell’ambiente bianconero dopo il ko contro il Napoli all’Allianz Stadium: "Noi non siamo quelli che vivono a testa bassa, noi siamo la Juventus. Tutti insieme Fino alla Fine non è solo uno slogan ma il nostro modo di vivere. La verità è che il finale lo decidiamo ancora noi, dimostriamolo".

LAZIO, INZAGHI: "DAREMO IL MASSIMO PER LA CHAMPIONS"

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, ha rilasciato alcune dichiarazioni prima dell’incontro al Coni tra gli arbitri della Can A, dirigenti, allenatori e calciatori della Serie A: "La volata Champions? Al di là di quello che fanno gli altri, noi dobbiamo guardare a noi stessi. Mancano quattro partite - riporta Il Corriere dello Sport - molto importanti e cercheremo di farle al massimo". Poi sulla volata scudetto: "La Juve dovrà giocare due partite vere contro Inter e Roma? A prescindere da ieri sera avrebbe giocato al massimo. Come del resto tutte le partite, i bianconeri affronteranno l'Inter mentre noi andremo su un campo difficile come quello del Torino".

ROMA, PALLOTTA: "COL LIVERPOOL CE LA GIOCHIAMO"

"Tutti pensano che il Liverpool sia più forte della Roma, soprattutto per i successi sul City che quest'anno ha vinto la Premier, ma penso che ce la giochiamo. Tutto può succedere. Se giochiamo come sappiamo fare, come contro il Chelsea o il Barcellona, possiamo battere qualsiasi squadra". Così il presidente della Roma, James Pallotta a Sky Sport, alla vigilia della semifinale d'andata di Champions in casa del Liverpool.

ROMA, NAINGGOLAN: "LA CHAMPIONS? UN'OSSESSIONE"

Intervistato da Roma Tv, Nainggolan ha parlato della semifinale Champions contro il Liverpool: "Siamo lì, per noi è diventata un'ossessione, avevamo altri obiettivi, sono cambiati, nessuno si aspettava che potessimo fare così bene. La stagione è in equilibrio, possiamo essere soddisfatti. Siamo ancora dentro alla Champions League, ci siamo tolti una piccola soddisfazione e possiamo togliercene altre: dobbiamo restare concentrati per fare un'impresa importante. Il giorno dopo la qualificazione non ci volevo credere, sembrava impossibile, un momento bello per tutti noi, per la Roma, per i tifosi, una cosa completa. Non ci avrei mai pensato, chi lo avrebbe pensato? Speriamo possa capitare un'altra volta".

BAYERN MONACO, HOENESS: "REAL? STIAMO MEGLIO DEL 2017"

Intervistato dalla Bild, Uli Hoeness, presidente del Bayern Monaco, ha parlato della semifinale di Champions contro il Real Madrid: "Siamo più in forma rispetto all'anno scorso. Si, posso dire che siamo in buona forma e non dobbiamo fare i conti con gli infortuni del 2017. Manuel Neuer? Il suo sostituto, Sven Ulreich, sta benissimo".

NAPOLI, DE LAURENTIIS: "ORA È BELLISSIMO"

Aurelio De Laurentiis non ha assistito dal vivo alla vittoria del suo Napoli in casa della Juventus, ma dopo il triplice fischio ha esultato via Twitter: "Felice per una vittoria di grande prestigio. Complimenti a tutti, nessuno escluso". Il Corriere dello Sport ha riportato stamattina, inoltre, tutta la soddisfazione del presidente del club partenopeo in un altro virgolettato: "È una notte meravigliosa, non una vittoria banale. Se prima era bello, ora è bellissimo. Complimenti a tutti. A Sarri, alla squadra ed ai tifosi che l’hanno seguita". Insomma, una gioia immensa per il numero uno del Napoli.

CHAMPIONS, KUIPERS ARBITRA BAYERN-REAL

Sarà l'olandese Bjorn Kuipers ad arbitrare Bayern Monaco-Real Madrid, semifinale d'andata di Champions League in programma mercoledì 25 aprile a Monaco di Baviera con inizio alle ore 20.45. Kuipers sarà coadiuvato dai connazionali Sander van Roekel e Erwin Zeinstra che fungeranno da assistenti, mentre Pol van Boekel e Dennis Higler saranno gli addizionali d'area e Charles Schaap il quarto uomo.

RIZZOLI: "ROCCHI BRAVISSIMO IN JUVE-NAPOLI"

"L'arbitraggio di Rocchi in Juventus-Napoli? È stata una prestazione molto positiva". Lo ha detto il designatore della Serie A, Nicola Rizzoli, al suo arrivo al Coni per l'incontro della Can A con dirigenti, allenatori e calciatori del massimo campionato.

NAPOLI, HAMSIK: "ORA VINCIAMOLE TUTTE"

"Siamo felicissimi per questa vittoria, è stato fantastico, abbiamo preparato bene la partita facendo il nostro gioco e siamo riusciti a vincere". Così Marek Hamsik sul suo sito ufficiale ha commentato l'1-0 conquistato ieri contro la Juventus all'Allianz Stadium. "La Juve è ancora davanti di un punto, ma noi vogliamo vincere le ultime quattro e sperare in un loro passo falso per continuare a credere nel nostro sogno. I tifosi ci hanno dato forza e coraggio, vederli fuori al nostro hotel e a Capodichino è stato fantastico: a loro va un grande grazie", ha ribadito il capitano azzurro.

ROMA, STROOTMAN: "SALAH? IN CAMPO NON SAREMO AMICI"

Kevin Strootman non vede l'ora di scendere in campo nella semifinale di Champions League, in programma domani per l’andata in casa del Liverpool: "In semifinale giochi con squadre fortissime, Bayern e Real sono di un altro livello - ha spiegato il centrocampista olandese a la Repubblica - e il Liverpool sta facendo bene. Noi abbiamo voglia di arrivare in finale. Salah è il più pericoloso, in campo non saremo amici. Le ultime due volte non mi ha risposto, ha cambiato sei volte numero. Gli riscriverò dopo la semifinale. Speriamo di rivivere una serata come col Barça. Il video del terzo gol l'avrò rivisto 500 volte, lo stadio era magico".

ROMA, FAZIO: "PRONTI PER ANFIELD, IL LIVERPOOL NON È SOLO SALAH"

Federico Fazio è carico in vista della semifinale di Champions League, in programma con la gara d’andata domani a Liverpool per il primo atto: "Ad Anfield, uno stadio storico, è la nostra partita. Siamo in semifinale - ha spiega a Il Corriere della Sera - perché abbiamo lavorato duro, eliminando Chelsea, Atletico Madrid, Shakhtar e Barcellona. Niente succede per caso. Salah? Noi lo conosciamo benissimo. Il Liverpool non è soltanto Salah. Se pensiamo soltanto a fermare lui, sbagliamo".

NICCHI: "MALAGO'? NON MI DEVO CHIARIRE CON NESSUNO"

"Metterci d'accordo con Fabbricini? Basta una telefonata e dire che abbiamo scherzato e finisce tutto. Chiarirmi con Malago'? Non mi devo chiarire con nessuno".  Cosi' il presidente dell'Aia Marcello Nicchi, parlando arrivando al Coni per l'incontro tra rappresentanti delle societa' di Serie A e membri della Can A. "Arbitraggio Juve-Napoli? E' stata un giornata molto positiva per 11mila partite, quella e' stata il fiore all'occhiello ma la positivita' degli arbitri e' fuori discussione", ha aggiunto.

ZOFF: "JUVE-NAPOLI? IL VERO VANTAGGIO È DI CHI RIMONTA"

Dino Zoff, storico portiere campione del mondo con l’Italia nel 1982 ed ex di Juventus e Napoli, ieri ha assistito alla sfida scudetto tra bianconeri e azzurri: "Non ho visto una bellissima partita - ha detto oggi a Radio Anch'io Sport - è stata una gara combattuta, con un grande Napoli che non ha permesso alla Juve di esprimersi. La Juve è prima con un punto di vantaggio, non dico che il Napoli ha adesso un’autostrada ma di solito chi rimonta ha un vantaggio. I bianconeri sono obbligati a fare la Juve per reagire a questa sconfitta. Sono momenti difficili, questi ko qualche problemino te lo danno".

INTER, AUSILIO: "OBIETTIVO CHAMPIONS, SPALLETTI E ICARDI SONO IL FUTURO"

L'Inter vuole un posto nella prossima Champions League e Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, a Radio Anch’io Sport ha spiegato: "Già un risultato positivo sabato contro la Juve ci metterebbe nelle condizioni di continuare la rincorsa a un obiettivo preciso che ci siamo dati a inizio stagione, oggi siamo in linea con quanto ci aspettavamo. Parliamo di una stagione positiva che con la qualificazione in Champions diventerà bellissima". Poi sul futuro: "Spalletti ha un altro anno di contratto e vogliamo costruire con lui un futuro più lungo del contratto. Stesso discorso per Icardi, che ha ancora tre anni di contratto e quando sarà il momento, daremo meriti a un ragazzo che non ci meraviglia più".

FIORENTINA, PIOLI: "CONTRO IL NAPOLI CE LA GIOCHEREMO"

La Fiorentina ospiterà il Napoli domenica e i viola saranno, dunque, arbitri nella corsa scudetto tra gli azzurri e la Juventus: "Contro il Napoli giocheremo la nostra partita per finire bene il campionato". Così l'allenatore Pioli della Fiorentina prima di partecipare all'incontro tra gli arbitri della Can di Serie A e allenatori, calciatori e dirigenti della Serie A.

ROMA, MONCHI: "VOGLIO LA FINALE"

Intervistato da Il Messaggero, Monchi ha parlato della semifinale Champions contro il Liverpool: "Nel calcio purtroppo o fortunatamente 2+2 non sempre fa 4. E' vero che mancano punti, ma ne mancano alcuni per cattivo rendimento e qualcuno per sfortuna. L'esperienza è la madre di tutta la scienza. Noi ora abbiamo accumulato una esperienza importante. Io sono ambizioso, ma credo che se all'inizio della stagione mi avessero prefigurato questo momento. Insomma, non possiamo restare con un pensiero negativo. Sappiamo dove abbiamo sbagliato e dove abbiamo fatto bene, ora possiamo pianificare la prossima stagione. Se restiamo fermi a riflettere solo sulla distanza dalla Juve non va bene, c'è sempre una semifinale di Champions conquistata. Firmare per arrivare quinto in campionato ma in finale? Se so che vinciamo la Champions sì. Per i tifosi è meglio arrivare in finale, ma per noi è più importante conquistare la qualificazione", le parole del ds giallorosso.

BENEVENTO, VIGORITO: "TORNEREMO IN A PER RESTARE A LUNGO"

"C'è un progetto, una continuità. In Serie A vogliamo tornarci per restare a lungo". Così Oreste Vigorito, presidente del Benevento che dopo l'impresa di San Siro vincendo contro il Milan, ieri si è visto retrocesso aritmeticamente in Serie B. "Ci consideravano la barzelletta d’Italia - ha spiegato a La Repubblica - e invece abbiamo conquistato una vittoria che resterà nella storia, anche se non ha cambiato il nostro destino. Ma è stata una grande emozione dopo un anno di sofferenza". Sul futuro: "Ci sono dei contratti ma sarà determinante la volontà dei giocatori. Chi accetterà il nostro progetto potrà restare. Altrimenti è giusto che campioni come ad esempio Sandro, abbiano il diritto di decidere dove andare".

AQUILANI: "TIFO ROMA, LIVERPOOL FORTE MA FINALE POSSIBILE"

Alberto Aquilani è il doppio ex di Roma e Liverpool, squadra che si troveranno di fronte domani nella semifinale di andata di Champions League in Inghilterra. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Aquilani ha spiegato: "Tifo Roma. Però occhio: Klopp è bravo anche a curare la fase difensiva, anche se la vera forza è l'attacco. Sono potenti e veloci. Detto questo, secondo me la Roma ha pescato bene: con Real Madrid e Bayern Monaco sarebbe stata peggio. Questo è un treno che i giallorossi non si possono lasciare scappare". Se la Roma riuscisse ad andare in finale, quale avversario trovare? "Il Bayern, perché il Real Madrid mi pare la più forte".