Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale

Le news di giornata

REAL MADRID, LOPETEGUI: "VITTORIA CONTRO UNA SQUADRA IMPORTANTE"

Così Julian Lopetegui dopo il 3-0 alla Roma: "Abbiamo disputato una buona partita contro una squadra importante, l'anno scorso erano arrivati in semifinale di Champions League. Successo meritato, sono soddisfatto. Isco? Ha sengato oggi come un anno fa all'Italia. Vincere la Champions? Manca ancora tanto, siamo solo all'inizio".

VALENCIA, MARCELINO: "RONALDO MI HA DETTO DI NON AVER FATTO NULLA"

Marcelino analizza la sconfitta contro la Juventus: "Il rigore per noi è stata una mazzata, abbiamo cercato di pareggiare ma poi è arrivato il secondo penalty e per noi è stata come una sentenza: prendere un gol al 45' e l'altro al 48' contro una squadra tanto esperta è difficile. Dobbiamo essere capaci di innalzare il nostro livello". Poi il retroscena su Ronaldo: "Non ho visto l'espulsione, neanche il replay in tv. Quando è uscito era turbato, piangeva e mi ha detto che non aveva fatto nulla".

JUVENTUS, BONUCCI: "RONALDO? ATTENTI ALLE PROVOCAZIONI"

Leonardo Bonucci dopo il 2-0 a Valencia: "Nonostante le difficoltà abbiamo retto l'urto e portato a casa il risultato, vittoria fondamentale per tutta la stagione". Inevitabile parlare del rosso a ronaldo: "Non ho visto bene, mi è sembrato un normale contrasto di gioco. Non dobbiamo cadere in certe provocazioni, dobbiamo essere più forte di tutto e tutti". Sui primi mesi dopo il ritorno alla Juventus: "Devo rispondere e conquistare la fiducia sul campo, darò sempre il massimo" le parole a Sky.

ROMA, DE ROSSI: "PRESO SCHIAFFI ANCHE PIU' SONORI"

"Un po' ti demoralizzi quando una squadra ti fa correre parecchio a vuoto, ma è la loro qualià, fanno correre a vuoto chiunque. Abbiamo avuto l'occasione di essere pungenti in contropiede o sulla trequarti ma oltre ad avere grandi palleggiatori hanno difensori fortissimi, anche fargli gol non è facile". Così Daniele De Rossi commenta la sconfitta per 3-0 della Roma contro il Real Madrid. "La prossima volta magari saremo più fortunati, qualcosa di meglio rispetto a domenica ho visto, secondo me la squadra è rimasta in campo, lottando e difendendosi. In partite simili abbiamo preso anche schiaffi più sonori", ha ricordato il capitano giallorosso.

VALENCIA-JUVENTUS: ESPULSO RONALDO

Clamoroso in Valencia-Juventus, prima partita della fase a gironi della Champions League: al 29' è stato espulso Cristiano Ronaldo per condotta antisportiva nei confronti di un avversario. Juventus in dieci.

DUDELANGE, TOPPMOLLER: "RISPETTO MA NON PAURA"

Dino Toppmoller non nasconde l'emozione in vista della sfida contro il Milan: "Sarà una festa per tutto il Paese, sarà dura ma siamo pronti: tanto rispetto ma non paura". L'allenatore del Dudelange rivela: "Ho sempre simpatizzato per i rossoneri e tifato per Baggio, giocare contro questa squadra è un sogno per me. Higuain giocatore di classe mondiale ma il Milan non è solo lui".

SAMP, GIAMPAOLO: "DAREMO DEL FILO DA TORCERE ALL'INTER"

Marco Giampaolo guarda già alla sfida di sabato sera contro l'Inter dopo il pari casalingo con la Fiorentina. “E’ stato un bel match, contro una squadra forte che non ha mai rinunciato a giocare. Mi è piaciuta la reazione della squadra. Siamo rimasti compatti, freddi e lucidi, disputando un ottimo secondo tempo. Adesso prima dell’Inter è importante recuperare le energie. Faremo la conta e cercheremo di dare filo da torcere pure a loro”, ha detto l'allenatore blucerchiato. Sull’arrabbiatura di Quagliarella per la sostituzione: “Io rispetto tutti i giocatori, ma voglio che loro facciano altrettanto con me e non si discute. Fabio è un esempio e lo elogio sempre, ma davanti a un cambio è giusto che accettino. Chiarirò queste cose con tutta la squadra”.

FIORENTINA, PIOLI: "DOBBIAMO ESSERE PIU' CINICI"

Stefano Pioli è soddisfatto per il pari di Genova, anche se sperava di tornare a Firenze con i tre punti. "Credo che sia stata una bellissima partita, la mia squadra deve giocare così. Meritavamo sicuramente di raddoppiare, poi abbiamo subito il ritorno della Samp. Entrambe le squadre si sono rese pericolose. Potevamo vincere, sono soddisfatto per approccio e interpretazione della gara. Il gol loro è nato un nostro rinvio sbilenco. Dal punto di vista fisico la squadra ha reso. Non mi piace l’orario di Fiorentina-Spal. Simeone? Ha giocato per la squadra e viceversa. Stasera nessuno si deve lamentare, ma dobbiamo essere più cinici e efficaci. Sottil? A noi allenatori non manca il coraggio, né guardiamo la carta d’identità, i giovani bravi giocano", ha detto l'allenatore viola.

SAMP, CAPRARI: "DOBBIAMO SERGUIRE GIAMPAOLO"

Gianluca Caprari è stato protagonista dell'1-1 tra Samp e Fiorentina. "Se sarà il mio anno? Lo spero, l'importante è continuare così. Sarà difficile segnare ogni volta ma cerco sempre di dare il massimo. In casa abbiamo la spinta del pubblico che ci ha aiutati. La Fiorentina è una buona squadra, abbiamo fatto un tempo per uno. Forse meritavamo qualcosa di più ma va bene così. Se seguiamo il mister possiamo fare un buon campionato. Come dice lui abbiamo 26 titolari: continuiamo così e ci toglieremo soddisfazioni. Cosa mi ha detto Quagliarella a fine gara? Cose di campo e lo ascolto perché è un campione", ha detto il blucerchiato.

MAROTTA: "CHAMPIONS PARTICOLARE, NON SEMPRE VINCE LA PIÙ FORTE"

Giuseppe Marotta ha parlato a pochi minuti dall'esordio in Champions League della Juve, attesa favorita della competizione: "C'è l'orgoglio di essere tornati a quattro squadre italiane. È un torneo con delle componenti particolari, diverse dal campionato, in cui vince sempre la squadra più forte. Qui è diverso, speriamo vada bene". "Il fatto di essere qui deve essere motivo di orgoglio. La differenza tra chi gioca e chi non gioca è minima. C'è soddisfazione e orgoglio nel vestire questa maglia, che giochi uno o l'altro è relativo". La distanza tra i movimenti italiani e spagnoli però è ancora notevole: "Siamo in un momento di involuzione come nazione di calcio. Dobbiamo recuperare questo gap, la Juve ha fatto già un grande sforzo e ci sono già grandi benefici con Ronaldo. Squadre come Real e Barcellona riescono a portare in squadra tanti giovani. Dobbiamo arrivare a farlo anche noi, dobbiamo trovare allenatori e formatori all'altezza".

JUVENTUS, NEDVED: "SIAMO TRA LE FAVORITE, NON CI NASCONDIAMO"

Pavel Nedved prima di Valencia-Juventus: "Non esiste una sola favorita in Champions League, ce ne sono sempre 4-5 e quest'anno ci siamo anche noi. Non ci nascondiamo. Speriamo di essere pronti, perché le notti di Champions sono davvero molto belle. Le avversarie più temibili per la Coppa? Le solite, il Barcellona è attrezzato, il Real Madrid, il City, il Psg. È abbastanza imprevedibile come torneo e non dobbiamo farci sorprendere. Cristiano Ronaldo vredo che sia un leader anche senza parlare. È il numero uno al mondo, per come si allena trascina i compagni. E io sono molto contento di come si stanno allenando i ragazzi, per come sono partiti in questa stagione" le parole a Sky Sport.

UDINESE, LIEVE RISENTIMENTO MUSCOLARE PER PEZZELLA

Il difensore dell'Udinese, Giuseppe Pezzella, accusa un lieve risentimento al muscolo quadricipite della coscia sinistra: il problema è emerso nel corso della seduta di allenamento di stamattina. Lo rende noto Udinese, spiegando anche che nei prossimi giorni verranno effettuate le analisi strumentali del caso e il giocatore partenopeo iniziera' quantoprima il protocollo riabilitativo.

SAMP-FIORENTINA: GRADINATA BLUCERCHIATA SEMI-VUOTA PER PROTESTA

"Strade piene, stadio vuoto" avevano annunciato i tifosi della Sampdoria, in particolare quelli della Gradinata Sud, che non avevano digerito la decisione di giocare il recupero di questa sera prima alle 17 poi spostato alle 19, considerando i problemi di traffico che affliggono la citta' dal crollo di Ponte Morandi. I tifosi sono stati di parola tanto che la Gradinata Sud, cuore del tifo blucerchiato, oltre a non mostrare alcuno striscione mostra ampi spazi vuoti e, soprattutto, non ci sono i classici cori che accompagnano normalmente le gare casalinghe della squadra di Giampaolo. Pubblico ridotto anche negli altri settori dello stadio, con una presenza sicuramente minore rispetto agli oltre 17mila abbonati raggiunti per questa stagione.

PARMA, CICIRETTI: "HO VOGLIA DI RIENTRARE"

Amato Ciciretti ha parlato al sito del Parma: "Ho superato quest'infortunio un po' lungo, ho voglia di rientrare, ma vediamo giustamente il mister cosa deciderà. Cosa mi aspetto da questa stagione? Prima di tutto mi aspetto di non stare male, ho avuto molti acciacchi: so che se sto bene il resto verrà, ho bisogno di minutaggio perché è parecchio che non gioco. L'importante per me è stare bene. Le prossime sfide? Tutte le gare sono importanti, sabato giochiamo contro il Cagliari, pensiamo solo a questa gara. Quel che posso dare io è tutto quello che ho per portare a casa punti, partita dopo partita vediamo dove si arriverà, la salvezza è il nostro obiettivo: noi pensiamo alla salvezza che è la cosa più importante",

EUROPA LEAGUE, CHELSEA SENZA HAZARD

Eden Hazard, David Luiz, Mateo Kovacic ed Emerson Palmieri non sono stati convocati da Maurizio Sarri per la l'esordio in Europa League del Chelsea in Grecia sul campo del Paok.

LAZIO, LEIVA: "POSSIAMO ANCORA MIGLIORARE"

"Dopo le sconfitte contro Napoli e Juventus, abbiamo parlato nello spogliatoio tutti insieme e ci siamo detti ormai lascorsa stagione è ormai in archivio e che, da quel momento, saremmo dovuti crescere per migliorarci". Così Lucas Leiva ha presentato alla vigilia l'esordio in Europa League contro l'Apollon Limassol. "Tutti si aspettano che la Lazio adesso vinca con tanti gol di scarto, ma quest'anno il campionato è cambiato ed anche le compagini come Empoli e Frosinone sono molto forti. Dobbiamo continuare a lavorare perché sappiamo di poter far meglio dello scorso anno. Non dobbiamo proiettarci troppo in avanti, altrimenti ci sarebbe il rischio di non vincere nulla", ha aggiunto il centrocampista brasiliano.

SPARTAK MOSCA: "LIKE" CONTRO CARRERA, DUE GIOCATORI NON CONVOCATI

Un "like" su Instagram a una poesia di sfottò all'allenatore Massimo Carrera: ci sarebbe questo, secondo i media russi, dietro la decisione dello Spartak Mosca di non convocare due giocatori di peso come il capitano Denis Glushakov e il difensore Andrei Yeshchenko per la trasferta di Europa League contro il Rapid Vienna. La poesia incriminata viene recitata in un video dall'attore Dmitri Nazarov. Glushakov nega di aver messo il "mi piace" al filmato, mentre Yeshchenko dice di averlo messo per sbaglio e di averlo poi eliminato.

INTER, PERISIC: "SUCCESSO FONDAMENTALE, POSSIAMO SUPERARE IL GIRONE"

Ivan Perisic esulta per la vittoria contro il Tottenham, ma sa che la strada è ancora lunga: "È un successo fondamentale per noi. Abbiamo lottato fino all'ultimo minuto e dimostrato che abbiamo carattere, avendo dato tutto noi stessi. Metà della nostra squadra scendeva in campo per la prima volta in Champions, non era facile. Possiamo superare il girone, ma dobbiamo ragionare partita dopo partita", ha detto il centrocampista nerazzurro a uefa.com.

CH. LEAGUE, BERBATOV: "JUVE IN FINALE CON CITY O BARCELLONA"

Anche Dimitar Berbatov vede la Juventus tra le favorite in Champions League. A Betfair, l'ex attaccante del Manchester United ha spiegato che i bianconeri "arriveranno in finale di Champions League e contro di loro una tra Manchester City e Barcellona. Il modo in cui gioca il City me lo fa pensare tra i favoriti".

SERIE B, BRESCIA: "FIDUCIA IN FABBRICINI, AD ALCUNI NON BASTANO I FALLIMENTI"

Il Brescia sta con Roberto Fabbricini. La società lombarda ha emesso un comunicato in cui viene elogiato il commissario federale. "Il presidente Massimo Cellino e tutta la società Brescia Calcio, nel rivolgere nuovamente un sincero apprezzamento al Commissario straordinario della FIGC e nel confermargli ancora oggi un pieno appoggio constatano, con grande delusione, come le decisioni dallo stesso con lungimiranza adottate, e benché finalizzate ad un effettivo e concreto cambiamento e risanamento del 'Sistema Calcio', continuino a trovare ostacoli in iniziative caratterizzate da obiettivi personalistici e non già di sistema, e che minano la credibilità e la sopravvivenza del Sistema stesso. Evidentemente a taluno non sono bastati, per comprendere la necessità di un profondo, radicale e improcrastinabile cambiamento, i pessimi risultati conseguiti sul piano sportivo e i numerosi fallimenti che hanno, anche recentemente, coinvolto numerose società. Così come a qualcuno è forse sfuggito che talune sue pubbliche esternazioni, oltre che del tutto inopportune e intempestive, non siano risultate confacenti al ruolo e alla carica rivestita. Certo non sfuggirà invece, agli organi giudicanti, l’opportunità e necessarietà della riforma. E di ciò non potranno non tenere conto, pena la sopravvivenza del Sistema".

TORINO, AINA: "MI ISPIRO A MARCELO, COLPITO DA BASELLI"

Intervenuto in conferenza stampa, l'esterno granata Ola Aina, si è detto soddisfatto della scelta fatta in estate e ha svelato il proprio modello di riferimento: "Al Toro non ho potuto dire di no: Mazzarri mi ha fatto sentire importante, ho investito sulla mia carriera. Tatticamente credo di dover migliorare ancora, negli assist e in fase realizzativa. Torino mi è piaciuta subito, è rilassante e tranquilla come me, che amo passeggiare, disegnare. Il mio ruolo? Mi ispiro a Marcelo, ho iniziato da ala pura e poi sono diventato un difensore, ma naturalmente faccio quello che l'allenatore mi spiega e mi chiede. VAR? Siamo stati sfortunati, è il calcio del futuro. Quando sono arrivato ho visto tutti giocatori forti, ma mi hanno colpito subito Edera e Baselli, tecnicamente sono molto bravi. Mi hanno sorpreso".

SAMP-FIORENTINA, I VIOLA RENDONO OMAGGIO ALLE VITTIME DI GENOVA

Una delegazione della Fiorentina, composta dal Club Manager Giancarlo Antognoni e da mister Stefano Pioli, ha reso omaggio alle vittime del ponte Morandi a Genova. Un mazzo di fiori a nome della Fiorentina è stato posto vicino al luogo del disastro dai Viola insieme a Ilaria Cavo, Assessore allo Sport Regione Liguria.

BRESCIA, CORINI: "FELICE DI TORNARE A CASA"

"Sono molto emozionato, come è accaduto ieri per la prima seduta di allenamento. Volevo ringraziare tutti quelli che mi hanno formato come uomo, giocatore e tecnico. Tornare a casa ha un sapore speciale, per chi come me vive in provincia". Sono queste le prime parole di Eugenio Corini, neo-tecnico del Brescia subentrato in corsa a Suazo. Un ritorno a casa per il "Genio", nato in provincia di Brescia e cresciuto nelle giovanili delle Rondinelle. "So cosa significhi indossare la maglia del Brescia. Provo sensazioni di gioia e responsabilità per l'incarico che mi hanno affidato il presidente Massimo Cellino e il direttore Francesco Marroccu- ha proseguito in conferenza stampa-. Sappiamo qual è il nostro obiettivo, non possiamo perdere tempo. Non vedo l'ora di debuttare".

MONACO, GOLOVIN TORNA IN CAMPO

Un guaio fisico che fin qui non gli ha permesso di esordire col Monaco per Aleksandr Golovin che, secondo quanto trapela dalla Francia, sarebbe prossimo al ritorno. Contro il Nimes, nel match di venerdì, il russo ha buone possibilità di poter racimolare qualche minuto sul terreno di gioco. Lo riporta l'Equipe che, secondo indiscrezioni, vedrebbe l'ex CSKA prossimo al ritorno in campo con il contagocce per non rischiare una ricaduta.

ATALANTA, GOMEZ IN DUBBIO PER IL MILAN

Papu Gomez è in dubbio per Milan-Atalanta, gara che si disputerà domenica sera alle 18. L’argentino durante il match giocato dagli orobici contro la Spal ha riportato un trauma contusivo alla coscia destra che comunque non preoccupa più di tanto lo staff atalantino. Nelle prossime ore Gomez sarà rivalutato e si deciderà definitivamente se il calciatore sarà disponibile o no contro i rossoneri.

ROMA, MONCHI ALLONTANA IL BARCELLONA: "VOCI INFONDATE"

Da diverse settimane il nome di Monchi viene accostato al Barcellona dalla stampa spagnola, ma il dirigente giallorosso, a poche ore dalla sfida della Roma con il Real Madrid, ha chiuso a questa ipotesi ai microfoni di Cadena Cope: "Al momento non ho intenzione di ritornare in Spagna perché sto bene dove mi trovo - ha detto - E' un progetto diverso, nel quale ho dovuto trovare il Monchi ideale per questa situazione. Non sono una persona che vive di futuro, non mi preoccupo oltre a ciò che mi propone il giorno dopo giorno e ho ancora un contratto lungo con la Roma. Non prendo in considerazione voci infondate come quella di un'offerta del Barça".

PRESIDENTE DELLA PREMIER, I CLUB PENSANO A BLAIR

Su media inglesi spunta un nome importante per la prossima presidenza della Premier League. Stando al Daily Mail, infatti, Tony Blair sarebbe uno dei candidati principali emersi durante l'ultima riunione dei club. Per sostituire Richard Scudamore, che ha annunciato le dimissioni dopo 20 anni alla guida del campionato inglese, servirà una figura all'altezza della situazione e il nome dell'ex Primo Ministro è uno dei più caldi del momento. Gli altri in lizza sembrano essere Gavin Patterson e Barney Francis.

COPPA AMERICA 2019, ANNUNCIATE LE CITTA' OSPITANTI

La Conmebol, Confederazione calcistica sudamericana, ha approvato la proposta presentata dal Comitato Organizzatore della Coppa America 2019 riguardo le città e gli stadi selezionati per ospitare la competizione, in programma tra il 14 giugno e il 7 luglio in Brasile. La 46/a edizione del torneo calcistico più antico del mondo, che torna in Brasile dopo 30 anni di assenza, si terrà in cinque città: Belo Horizonte, Porto Alegre, Rio de Janeiro, Salvador e San Paolo. Lo stadio 'Morumbi' di San Paolo ospiterà la gara inaugurale, mentre sede della finalissima sarà il mitico Maracanà di Rio de Janeiro. Oltre ai dieci paesi membri della Conmebol (Brasile, Argentina, Bolivia, Cile, Colombia, Ecuador, Paraguay, Peru', Uruguay e Venezuela), prenderanno parte al torneo, in qualità di ospiti, Giappone e Qatar.

PSG, MBAPPE' MEGLIO ANCHE DI MESSI

Il suo gol non è servito al Psg per strappare un punto ad Anfield Road, ma Kylian Mbappè entra comunque di diritto nella storia della Champions League. Con la rete segnata al Liverpool, infatti, l'attaccante campione del mondo con la Francia diventa il più giovane calciatore della storia a superare la doppia cifra in Champions: 11 reti a soli 19 anni e 272 giorni, battuta anche sua maestà Lionel Messi, che aveva dovuto attendere addirittura i 21 anni e 119 giorni per toccare quota 11.

STELLA ROSSA, MILOJEVIC: "ORGOGLIOSO DELLA SQUADRA E DEI TIFOSI"

Valdan Miljoevic contento per lo 0-0 contor il Napoli: "Positivo guadagnare un punto contro una squadra forte, che negli ultimi anni si è giocata lo scudetto e oltretutto nel primo match del girone che è sempre particolarmente delicato. Abbiamo avuto una buona organizzazione di gioco, ho visto i ragazzi propositivi cercare sempe la vittoria. Sono orgoglioso dei miei giocatori e ringrazio i tifosi per il grande appoggio che ci hanno dato".

Le news di giornata

NAPOLI, INSIGNE: "POCO LUCIDI E CATTIVI"

C’è delusione nelle parole di Lorenzo Insigne dopo il pareggio a Belgrado contro la Stella Rossa. Questo il commento dell’attaccante del Napoli ai microfoni di Sky: “Penso che abbiamo disputato una buona gara qui a Belgrado. Peccato che non abbiamo fatto gol perchè meritavamo i tre punti. Non siamo stati cattivi e lucidi sotto porta. Adesso dovremo affrontare le altre partite del girone con la cattiveria giusta cercando di portare a casa i tre punti”. La traversa? “Sono stato sfortunato ma nel complesso sono contento perchè il Napoli ha fatto una buona prestazione nella tana della Stella Rossa. Abbiamo giocato il nostro calcio dall’inizio e alla fine ci resta il rammarico per non aver vinto ma stiamo crescendo e bisogna stare tranquilli e seguire il tecnico”.

NAPOLI, RUIZ: "SIAMO STATI SFORTUNATI"

Fabian Ruiz, centrocampista del Napoli, ha parlato dopo il suo esordio nello 0-0 in casa della Stella Rossa in Champions League: "Abbiamo dato tutto e avuto le occasioni per segnare. Ci sono mancati gol e fortuna. La squadra però sta crescendo. La prossima partita avremo una spinta in più dai nostri tifosi. Possiamo ancora classificarci in questo girone".

TORINO, CAIRO: "DIAMO TEMPO A MEITÉ"

A Meité "diamogli tempo. Ha fatto solo quattro partite, anche se ha fatto due gol, quindi, molto bene. È un giocatore che sta dimostrando qualità, ma per me conta molto di piu' la squadra". Lo ha detto il presidente del Torino, Urbano Cairo. "Parlare dei singoli è bene, ma non benissimo, perché la cosa più importante è la squadra tutta", ha concluso.

TOTTENHAM, POCHETTINO: "MERITAVAMO DI PIU'"

Mauricio Pochettino non nasconde la sua delusione per la sconfitta contro l'Inter. "Credo sia stata una buona prestazione, se il risultato fosse stato diverso forse mi avreste dato ragione. Giocare a San Siro è difficile, sono deluso dal risultato ma non nella prestazione. Nella ripresa abbiamo avuto molte occasioni, anche dopo il pareggio. Certe partite sono sempre aperte e noi dobbiamo migliorare. E' un momento un po' così, dobbiamo mettere in campo il doppio degli sforzi per tornare alla vittoria", ha detto l'allenatore del Tottenham. Sul paragone con la sconfitta della scorsa stagione contro la Juve: "Realtà diverse e circostanze diverse. Oggi le condizioni non sono le migliori, stiamo soffrendo un po' ma non voglio cercare scuse. Posso solo dire di dover migliorare tanto. Ora servono solo alcuni risultati positivi per migliorare".

TORINO, LESIONE AL FLESSORE PER IAGO FALQUE

L'attaccante del Torino Iago Falque, uscito per infortunio nel corso del match di domenica con l'Udinese, ha riportato una "lesione di basso grado ai muscoli flessori della coscia destra". Lo comunica in una nota la società granata, sottolineando che la "prognosi" verrà valutata "nei prossimi giorni secondo l'evoluzione dell'infortunio".

ROMA, DE ROSSI: "RIMETTO LA FASCIA DELLA LEGA SERIE A, SPERANDO CHE LA LEGGE CAMBI"

Daniele De Rossi mastica amaro dopo la multa di 10 mila euro comminatagli dal Giudice Sportivo per l'utilizzo della "fascia di capitano non conforme". Il capitano della Roma ha però annunciato che rispetterà la regola: “Sono rimasto solo io e quelli della Fiorentina. Questo mi dà fastidio. Lì ci sono motivazioni più importanti e devo rispettarli. Per questo metterò quella della Lega sperando che la legge cambi. Non c’era bisogno di uniformare tutti per questa fascia, il calcio italiano ha problemi ben più grandi”.

ROMA, DI FRANCESCO: "VOGLIO VEDERE RABBIA"

Così Di Francesco nella conferenza stampa della vigilia: "Mi auguro da domani di vedere una squadra che abbia rabbia, il desiderio di far male agli avversari e di fare una partita gagliarda sotto tutti i punti di vista. La squadra deve fare prestazioni differenti, con maggiore continuità, ritrovando spregiudicatezza ma anche spensieratezza nel fare le cose con maggiore convinzione e determinazione".

LOGO VENEZIA, L'UE DÀ RAGIONE A TACOPINA

“Nessuna confondibilità per il pubblico, il Venezia Football Club utilizza legittimamente il proprio logo arancioneroverde”. Così l'Euipo (l'ufficio dell'Unione Europea per la proprietà intellettuale) ha dato ragione al Venezia Fc di Joe Tacopina mettendo fine alla battaglia legale sull'utilizzo del logo, innescata tre anni fa dal Venezia 1907, club che milita attualmente in Seconda Categoria. Si tratta della terza vittoria in sede legale per il club lagunare dopo che anche Federcalcio e Tribunale di Venezia avevano dato ragione a Tacopina e al suo sodalizio. Soddisfatto anche il membro del CdA Alessandro Vasta: “In tutte le sedi è stata confermata la piena legittimità del Venezia Fc a utilizzare il nome Venezia ed il proprio marchio, mentre sono state ritenute infondate le argomentazioni del Venezia 1907. Le nostre tesi sono state riconosciute e l’uso del nostro marchio non è in contraffazione né in violazione dei diritti di nessuno”.

GIUDICE SPORTIVO SERIE A, LE ALTRE SANZIONI

Il giudice sportivo della serie A, Gerardo Mastrandrea ha squalificato per tre giornate Erick Pulgar del Bologna "per avere, al 52' del secondo tempo, con il pallone non a distanza di giuoco, colpito con violenza un calciatore avversario ad una gamba". Una giornata di squalifica è stata inflitta, con la prova tv, a Gian Piero Gasperini per una bestemmia al 9' del secondo tempo. L'allenatore dell'Atalanta, dopo la segnatura di un gol da parte della squadra avversaria veniva "inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva espressione blasfema, individuabile dal labiale senza margini di ragionevole dubbio". Inoltre,10mila euro di ammenda ciascuna a Fiorentina e Juventus per avere i suoi sostenitori, "intonato cori insultanti di matrice territoriale nei confronti della tifoseria della squadra avversaria". Diecimila euro di ammenda sono stati inflitti al Napoli "per avere suoi sostenitori, al 43' del primo tempo, lanciato nel settore occupato dalla tifoseria avversaria un fumogeno". Cinquemila euro di ammenda sono stati inflitti alla Sampdoria a titolo di responsabilità oggettiva "per avere ingiustificatamente ritardato l'inizio della gara di circa tre minuti e l'inizio del secondo tempo di circa quattro minuti"; 3000 euro di ammenda alla Roma "per avere suoi sostenitori, al 10 del primo tempo, lanciato un fumogeno nel recinto di giuoco". Alla Roma e' stata poi inflitta una ammenda di 2000 euro "per responsabilita' oggettiva in relazione al comportamento non regolamentare dei calciatori capitani della squadra. Multa di mille euro ciascuno per i giocatori della Roma, Daniele De Rossi e Alessandro Florenzi "per avere indossato una fascia da capitano non regolamentare, difforme da quella prescritta dalla Lega Serie A".

INTER-TOTTENHAM, ICARDI: "ASPETTAVO DA TANTO TEMPO QUESTA PARTITA IN CHAMPIONS"

Mauro Icardi non sta più nella pelle: "Aspettavo da tanto questa partita in Champions". A pochi minuti dal fischio di inizio di Inter-Tottenham, il capitano ha ricordato il suo esordio in nerazzurro. "Ricordo la mia prima partita con questa maglia, questo è un altro debutto, ma sono tranquillo". Sulla sfida contro il coetaneo e capitano Kane, Icardi non si sbilancia: "Alla fine è la squadra che gioca. Speriamo di fare una grande gara: ci servirà dopo questo inizio, sarebbe un ribaltamento della situazione attuale".

SERIE A, 4 GIORNATE A DOUGLAS COSTA

Costa quattro giornate di stop allo juventino Douglas Costa la follia di domenica scorsa conclusa con lo sputo a Di Francesco nel finale della gara col Sassuolo.

TORINO-NAPOLI, TRASFERTA VIETATA AI TIFOSI RESIDENTI NEL CAPOLUOGO CAMPANO

Stadio vietato ai napoletani per Torino-Napoli di domenica alle 12:30. Il prefetto Renato Saccone ha emesso un decreto che vieta la vendita dei biglietti ai residenti della provincia di Napoli, anche se in possesso della Fidelity Card. Il provvedimento, su indicazione del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive, è stato adottato "per tutelare la sicurezza pubblica".

INTER, ICARDI: "MI ISPIRO A BATISTUTA ED ETO'O"

Le parole di Mauro Icardi al Match day programme di Inter-Tottenham: "Sono arrivato all'Inter ragazzino e sono cresciuto molto, sia come giocatore che come persona. Questi colori mi hanno dato tanto e le mie figlie cantano sempre il nostro inno. Milano è una città incredibile, se avesse il mare sarebbe perfetta. I miei idoli? Mi sono ispirato a due grandi campioni: Batistuta ed Eto'o, attaccanti spietati davanti alla porta che hanno cambiato il modo di interpretare il ruolo".

VALENCIA, PAREJO: "CERCHEREMO DI LIMITARE RONALDO"

In conferenza stampa al fianco di Marcelino, il capitano Parejo: "La Juventus è una delle più forti rivali in Champions League ma in spogliatoioi ci sono sensazioni positive: rivale complicato ma avremo l'aiuto dei nostri tifosi". Sul ritorno di Cristiano Ronado in Spagna: "Penso sia più interessante per i giornalisti che per noi, lo conosciamo benissimo e cercheremo di limitarne le qualità". Il centrocampista racconta l'inizio di stagione del Valencia: "Non il migliore possibile ma anche altre squadre hanno fatto fatica, c'è tempo per recuperare. Non sono preoccupato da questo avvio, vogliamo fare un anno straordinario".

SAMP, GIAMPAOLO: "OBIETTIVI? BISOGNA VIVERE ALLA GIORNATA"

"Mi auguro ci siano più tifosi del solito". E' l'appello dell'allenatore della Sampdoria, Marco Giampaolo, in vista del match casalingo di domani contro la Fiorentina, recupero della partita rinviata alla prima giornata dopo il crollo di Ponte Morandi, a Genova. La sfida è accompagnata dalle proteste dei tifosi blucerchiati che avevano detto no all'originario orario delle 17 e hanno manifestato la volonta' di disertare la gradinata Sud, cuore del tifo, anche dopo la decisione di posticipare l'inizio della partita alle 19. "So che ci sono dei problemi che nascono però da lontano - ha detto oggi Giampaolo -. Quando si è verificata la tragedia avrebbero dovuto fermarsi tutti e oggi non sarebbe stata la prima data utile per recuperare tutta la prima giornata: non sono un capo popolo da poter dire venite tutti allo stadio, ma me lo auguro. Rispetto le posizioni di tutti, ma la Sampdoria ha bisogno del pubblico". Sulla partita, il tecnico ha spiegato che "gli esami di maturita' non finiscono mai, terminano solo a fine campionato quando hai centrato l'obiettivo. Non c'è mai nulla di acquisito, bisogna vivere alla giornata".

GENOA, DS DONATELLI: "TUTTO SECONDO ASPETTATIVE, C'E' DA LAVORARE"

Intervenuto ai microfoni del sito ufficiale rossoblu il direttore sportivo del Genoa Mario Donatelli ha commentato l'avvio di stagione del Grifone: "Questo avvio di stagione è stato in linea con le aspettative. Siamo passati in Coppa Italia. Con Empoli e Bologna sono arrivate due vittorie meritate. Abbiamo accusato il passaggio a vuoto con il Sassuolo. Lì ci abbiamo messo del nostro per complicare la partita. C’è da lavorare, lo sappiamo”.

FIORENTINA, PIOLI: "DOVEVANO RINVIARE TUTTA LA PRIMA GIORNATA"

Alla vigilia del match fra Fiorentina e Sampdoria, il tecnico viola Stefano Pioli ha parlato del Ponte Morandi e delle conseguenze che ha avuto sul campionato. "Sicuramente è stata una tragedia che ha colpito tutti, soprattutto gli abitanti della città. Tornare così presto sarà particolare, andremo anche a depositare qualcosa, è opportuno. Secondo me doveva essere rimandata tutta la giornata. Pensiamo a domani, poi penseremo di far punti con la Spal".

PIOLI: "CONTRO LA SAMP SARÁ DURA"

"Domani affronteremo una squadra di qualità e con idee. Ci sarà da mettere in campo la miglior prestazione possibile". Così Stefano Pioli, allenatore della Fiorentina, alla vigilia della sfida con la Sampdoria, recupero della prima giornata. "Giocare quattro partite in quindici giorni non sarà facile. Chi ha giocato a Napoli sta bene. Adesso però dobbiamo concentrarci sulla Sampdoria", ha spiegato il tecnico in conferenza stampa. "E' una squadra che ha tante soluzioni e giocatori di qualità. Dovremo cercare di fare la partita ed essere pericolosi". Riguardo i possibili cambi di formazione "abbiamo tante partite. Valuteremo di gara in gara", ha chiarito il mister viola che si è soffermato poi su alcuni singoli. Lafont "oggi ha fatto il primo allenamento con la squadra. Vediamo se sarà convocabile. Vlahovic? "Ha sfruttato bene l'occasione in Primavera. Dusan è un centravanti della prima squadra. Montiel? Ha caratteristiche importanti, ci vuole calma e pazienza però". Parlando del campionato, Pioli ha commentato: "Più equilibrato questa stagione? Alla fine le gerarchie verranno rispettate. Forse chi è davanti fara' solo meno punti". Quindi l'allenatore dei toscani è tornato sulla vicenda del Ponte Morandi: "Una tragedia che ha colpito tutti. Tornare a Genova così presto sarà particolare".

SERIE C: RICORSI FORMAT B, RINVIATE 6 GARE

Sono sei le gare rinviate a data da destinarsi nella seconda giornata di Serie C dopo i ricordi di Ternana e Pro Vercelli relativi al format della Serie B. Lo ha comunicato la Lega Pro che, con una nota sul proprio sito ha preso atto che l'udienza del Collegio di Garanzia del Coni è stata fissata il 21 settembre. Queste le gare rinviate: Arezzo-Pro Vercelli, Novara-Albissola, Robur Siena-Pisa, Fano-Ternana, Catania-Siracusa e Juve Stabia-Viterbese.

FRATTINI: "IL TAR HA SOSPESO IL CAMPIONATO DI SERIE B"

Stop alla Serie B. L'annuncio è del presidente del Collegio di Garanzia dello Sport del CONI Franco Frattini: "Il TAR del Lazio, oltre a sospendere la sentenza, ha sospeso anche il campionato ed è chiaro che se noi dovessimo aspettare la data dell’ordinanza collegiale del nove ottobre vorrebbe dire che fino ad allora la B non si giocherebbe e questo mi pare impossibile. Venerdì 21 il Collegio di Garanzia riesaminerà la questione in una composizione completamente nuova e si deciderà se la Serie B sarà a 22 o 19 squadre - fa sapere Frattini - Se dovesse decidersi per la prima ipotesi, lunedì prossimo si deciderà quali saranno le tre squadre, delle sei interessate, che dovranno essere ripescate".

SERIE B, PESCARA-FOGGIA VIETATA AI TIFOSI PUGLIESI

Niente trasferta per i foggiani a Pescara. Il Casms ha disposto la chiusura del settore ospiti dello stadio Adriatico in occasione della gara di serie B tra gli abruzzesi e i rossoneri, in programma sabato 22 settembre alle 15. Il match è considerato ad alto rischio dall'Osservatorio sulle Manifestazioni sportive, soprattutto perché lo 20 gennaio, in occasione di Foggia-Pescara, allo Zaccheria ci furono tafferugli fra le due tifoserie, nella zona della stazione ferroviaria del capoluogo pugliese, che portarono poi all'emissione da parte della Questura di Foggia di 13 provvedimenti di Daspo fra i due e gli otto anni, nei confronti di otto tifosi del Foggia e cinque del Pescara.

BOLTON, DARBY COSTRETTO AL RITIRO PER PROBLEMI NEUROLOGICI

Brutte notizie in casa Bolton che ha comunicato, sul proprio sito ufficiali, il ritiro immediato del difensore Stephen Darby. Al 29enne, secondo quanto riportato dal sito del club che milita in Championship, è stata diagnosticata una malattia al motoneurone non specificata e dunque, per problemi neurologici gravi, ha deciso di appendere le scarpette a chiodo. Il classe '88 è cresciuto nelle giovanili del Liverpool.

UNDER 21, IL 15 OTTOBRE SFIDA ALLA TUNISIA

Lo stadio 'Romeo Menti' di Vicenza ospiterà lunedì 15 ottobre l'amichevole tra la Nazionale Under 21 e la Tunisia. Si tratta del quarto impegno stagionale per gli Azzurrini, un match che sarà preceduto dall'amichevole con il Belgio in programma giovedì 11 ottobre allo stadio 'Friuli' di Udine, in una delle città in cui si svolgerà la Fase finale del prossimo Europeo che l'Italia ospiterà insieme a San Marino. Ripartirà, quindi, da Udine e Vicenza la marcia dell'Italia verso il torneo continentale: dopo la sconfitta (3-0) con la Slovacchia subita a Dunajska Streda lo scorso 6 settembre, la squadra di Luigi Di Biagio è tornata a cogliere un successo che mancava da quasi sei mesi battendo 3-1 l'Albania nell'amichevole disputata l'11 settembre alla 'Sardegna Arena' di Cagliari. L'Under 21, al primo confronto ufficiale con la Tunisia, giocherà per la sesta volta a Vicenza, dove è imbattuta avendo raccolto quattro successi e un pareggio (1-1, gol di Cerri) con la Serbia il 2 settembre 2016 nell'ultimo match valido per le qualificazioni al Campionato Europeo del 2017.

JUVENTUS, LESIONE ALLA COSCIA PER DE SCIGLIO

Guai muscolari per Mattia De Sciglio, forfait dell'ultima ora in Juventus-Sassuolo. Il difensore bianconero è stato sottoposto a esami strumentali che hanno evidenziato una lesione di tipo distrattivo ai flessori della coscia destra. Secondo quanto riportato dal sito ufficiale della Juventus, De Sciglio ha già iniziato terapie e lavoro personalizzato e verrà monitorato quotidianamente.

BONIEK: "CHAMPIONS SENZA VAR MI MERAVIGLIA" 

"Inizia la Champions League e mi meraviglio che possa cominciare senza Var”. Con queste parole Boniek, presidente della Federcalcio polacca e membro del board esecutivo Uefa, ha espresso la sua perplessità per la mancata introduzione della tecnologia in aiuto dei direttori di gara. L’ex Juve ha poi aggiunto: “Ne stiamo discutendo da tempo, ma non è così semplice far entrare l'utilizzo della tecnologia in Champions. C’è però una speranza che si possa cominciare a utilizzare il Var con le partite a eliminazione diretta. Il problema è uno solo: far capire agli arbitri che farsi aiutare dal Var non è ammettere di aver sbagliato".

MILAN, UFFICIALE: GAZIDIS NUOVO AD

Dal 1° dicembre Ivan Gazidis sarà il nuovo ad del Milan. Il dirigente, che lascia l’Arsenal dopo diverse stagioni, ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da nuovo dirigente rossonero: “Sono entusiasta di accettare questa nuova sfida e farò tutto ciò che è nelle mie possibilità per riportare il Milan al top. Ho l’opportunità di iniziare contando su un gruppo di giocatori di talento, su colleghi che lavorano con il massimo impegno e sulla forte leadership sportiva di Leonardo, Maldini e Gattuso. Sono grato al Presidente Paolo Scaroni, al Consiglio di Amministrazione del Club e alla proprietà per la fiducia che ripongono in me”.

A SAN MARINO FRANCOBOLLO PER LA JUVE

Sono passati alcuni mesi dalla vittoria in campionato, ma adesso la Juventus avrà una commemorazione filatelica anche dalle Poste della Repubblica di San Marino. E' stata infatti diffusa l'immagine dell'apposito francobollo celebrativo da due euro che San Marino emetterà il 16 ottobre prossimo . La vignetta del francobollo è incentrata sul fatto che si tratta del settimo scudetto consecutivo vinto dalla Juve nel campionato di Serie A e sul logo della squadra. Il valore è stampato il 70mila esemplari in fogli di 12 esemplari.

PRANDELLI: "POCHI ITALIANI IN CAMPO, MA LA COLPA E' NOSTRA"

“Ho detto le stesse cose otto anni fa. Andai a vedere la Supercoppa italiana: giocavano due italiani su 22. Troppo poco". Così Cesare Prandelli, ex commissario tecnico della Nazionale italiana, che ai microfoni di "Tuttosport" ha ribadito il pensiero dell'attuale ct azzurro Roberto Mancini: "Il problema è sempre lo stesso: pochi italiani giocano e fatichiamo a produrre giocatori di qualità. Noi abbiamo smesso di lavorare nella maniera giusta nei settori giovanili e la colpa è anche nostra. Se poi riempiamo i vivai di stranieri…”.

MESSICO, DEBUTTO VINCENTE PER MARADONA

Debutto vincente per Diego Armando Maradona nella sua avventura da allenatore in Messico. I Dorados, la formazione allenata dal fuoriclasse argentino a Culiacan nel cuore del distretto di Sinaloa famoso per l'omonimo cartello della droga, hanno battuto per 4-1 i Cafetaleros in una partita valida per il campionato di Serie B messicano con tripletta dell'ecuadoriano Vinicio Angulo, che indossa proprio la maglia numero 10 di Maradona. "Abbiamo giocato una grande partita", il commento dell'argentino.