Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale

Le news di giornata

FIORENTINA: RIPRESA SENZA NAZIONALI

Dopo il giorno di riposo, la Fiorentina è tornata ad allenarsi nel Centro sportivo Davide Astori in vista della ripresa del campionato domenica al Dall'Ara contro il Bologna. Una ripresa dedicata soprattutto al lavoro atletico in palestra e sul campo, ancora senza i Nazionali. Pioli, infatti, solo tra giovedi' e venerdi' tornera' ad avere il gruppo al completo. Per la sfida contro il Bologna quasi sicuramente l'allenatore dei viola dovra' fare a meno dell'infortunato Pezzella (in casa viola si spera di poterlo recuperare la prossima settimana, quando al Franchi arrivera' la Juve) che potrebbe essere sostituito da Milenkovic (spostato dalla fascia destra al centro della difesa) o Ceccherini.

RISSA DE GUZMAN-GIUNTOLI, IL NAPOLI: "TUTTO FALSO"

Il Napoli ha smentito la rissa raccontata da Jonathan De Guzman tra il centrocampista olandese e il direttore sportivo Cristiano Giuntoli, accusato di aver cominciato con un pugno al volto. La società campana ha tenuto a difendersi con un comunicato pubblicato sul proprio sito: "La SSC Napoli, preso atto delle dichiarazioni rilasciate dal Sig. De Guzman all'organo di informazione olandese 'De Volkstrandt', precisa che i fatti, per come riferiti dall'atleta trascorsi più di 3 anni dalla loro collocazione temporale, sono destituiti di qualsivoglia fondamento. La SSC Napoli si riserva di tutelare la propria immagine e quella dei propri tesserati nelle competenti sedi, sportive e statuali"

JUVE: RIENTRATO CHIELLINI, LAVORO ATLETICO PER EMRE CAN

In attesa dei rientri dei Nazionali impegnati nelle ultime gare, amichevoli e ufficiali, la Juventus ha ricominciato ad allenarsi dopo due giorni di pausa in vista del ritorno in campo sabato contro la Spal. Il gruppo, che ha visto il ritorno di Chiellini, ha lavorato prima in palestra, poi e' sceso in campo per soffermare l'attenzione sulla tecnica, con una serie di esercizi con il pallone, sulla fase atletica e sulla corsa. Allenamento personalizzato per Pjanic, Bernardeschi e Khedira, mentre Emre Can ha iniziato il lavoro atletico: contemporaneamente, verra' monitorato clinicamente dal professor Angelini presso il J|Medical. Domani allenamento al pomeriggio.

SAMPDORIA: PRAET IN GRUPPO, FISIOTERAPIA PER BARRETO

Riscaldamento, esercitazioni tecnico-tattiche e partitella a tema. Questo il programma seguito dalla Sampdoria alla ripresa pomeridiana degli allenamenti al 'Mugnaini' di Bogliasco in vista del prossimo derby della Lanterna. Una tabella di marcia seguita a pieno regime da Dennis Praet, di ritorno al pari degli altri nazionali gia' rientrati. Emil Audero, Vid Belec e Jakub Jankto sono stati invece sottoposti a sedute di scarico. Specifico di recupero agonistico per Vasco Regini, terapie e fisioterapia per Edgar Barreto. Aggregati i Primavera Mohamed Bahlouli, Daouda Peeters, Matteo Raspa e Markus Soomets. Domani, mercoledi', la squadra sosterra' un'altra sessione di lavoro al pomeriggio.

NAPOLI: RIENTRATI INSIGNE, KOULIBALY, ROG E MARIO RUI

Il Napoli ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti a Castelvolturno in vista della sfida casalinga contro il Chievo. La squadra ha svolto attivazione a secco e lavoro atletico con i paletti. Successivamente lavoro tattico e seduta finalizzata al possesso palla. Chiusura con partitina a campo ridotto ed esercitazioni sui tiri in porta. Sono rientrati dalle rispettive Nazionali Insigne, Koulibaly, Rog e Mario Rui. Tutti e quattro gli azzurri hanno svolto allenamento completo.

FERRERO: "TRA PIATEK E KOWNACKI SCEGLIEMMO IL SECONDO..."

"Mi auguro che il derby possa portare un sorriso a tutti i cittadini di Genova, ma sono sicuro che ci rialzeremo. Forza Genova e forza genovesi". Così il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, proiettandosi al derby di domenica sera. Sarà anche sfida tra i bomber polacchi Piatek e Kownacki. "La cosa incredibile è che Piatek era la riserva di Kownacki", ha raccontato il patron blucerchiato ai microfoni di 'Si gonfia la rete' su Radio Marte. "Li abbiamo visti tutti e due e decidemmo di prendere Kownacki perché per noi era il titolare. Mi auguro che Piatek duri molto tempo così vedo Preziosi ridere".

SCHICK: "IL GOL IN NAZIONALE UNO DEI PIÙ BELLI IN CARRIERA"

Prima la rete alla Sampdoria con cui si è sbloccato in campionato prima della sosta, ora il gol vittoria in pallonetto segnato con la maglia della Repubblica Ceca alla Slovacchia in Nations League. Patrick Schick sembra essersi messo definitivamente alle spalle il periodo no e adesso è pronto a tornare a Roma per ritagliarsi il suo spazio, magari già da sabato nella trasferta di Udine. "Sono molto contento per il gol" ha confessato poi il giocatore ai media locali, "è sicuramente uno dei più belli" tra quelli segnati in carriera. E l'obiettivo è non fermarsi più anche quando le occasioni scarseggiano. "Ma sono abituato nel club: hai spesso due opportunità e devi sfruttarle, è così. Le probabilità non sono alte e il mestiere di un attaccante è sempre il gol - ha ricordato Schick -. E se riesci a farlo, aumenta la fiducia in te stesso per il futuro. Questo particolare gol puo' aiutarmi molto: non è facile gestire la situazione così, anche se può sembrare facile".

ALBERTINI CHIAMA IBRA AL MILAN: "LO VORREI SEMPRE"

"Io vorrei sempre Ibrahimovic nella mia squadra, a costo di sapere che la gestione può essere difficoltosa". Mentre il Milan si interroga su quale nuovo attaccante puntare a gennaio, Demetrio Albertini non ha dubbi. "Uno come Ibra consente diverse soluzioni", ha sottolineato l'ex rossonero. A proposito invece degli infortuni a catena che stanno colpendo il Milan, Albertini ha osservato che "una stagione passa anche questi momenti negativi. Una fase così va gestita, però gli infortuni non possono essere un alibi. In alcuni casi si tratta di ricadute, e i calciatori devono essere capaci di fermarsi un attimo prima, anche se c'è una partita importante - ha sottolineato l'ex centrocampista -. Ora il Milan avrà una partita importante contro la Lazio, una rivale diretta per la Champions. Si entra nel vivo del campionato e ci sarà sempre meno tempo per recuperare punti".

ARBITRO AGGREDITO, TOMMASI: "NON HANNO ANCORA TROVATO I RESPONSABILI..."

"Sorprende sapere che a distanza di una settimana non si sono trovati ancora i responsabili dell'episodio, questo fa riflettere: è un sistema che va vissuto in un altro modo". Così il presidente dell'Assocalciatori, Damiano Tommasi, sulla vicenda dell'aggressione a un giovane arbitro in occasione di una partita del campionato Promozione a Roma. "Meno insulti e meno violenza vogliono dire maggiore entusiasmo e un sistema più vivibile", ha osservato Tommasi, a margine della presentazione del Gran Galà del Calcio Aic, ricordando che la sua associazione si prepara a pubblicare per il quinto anno 'Calciatori sotto tiro', il rapporto "con tutti gli episodi di violenza subiti dai calciatori in qualsiasi categoria durante l'anno, e purtroppo ci sono. Gli episodi nei confronti degli arbitri - ha aggiunto - talvolta purtroppo vedono protagonisti anche i calciatori e siamo sempre stati al fianco della Federcalcio e dell'Aia per la punizione severa dei tesserati che si macchiano di questi episodi".

MILAN, SCARONI: "SENTENZA UEFA? SPERO IN TEMPI BREVI"

"I tempi previsti per la sentenza Uefa? Non glielo so dire. Mi auguro in tempi brevi ma non glielo so dire". Lo afferma il presidente del Milan Paolo Scaroni all'uscita dalla sede Uefa di Nyon, dove questa mattina è andata in scena l'udienza del club davanti alla Camera giudicante per rimodulare le sanzioni per le violazioni alle norme del fair play finanziario nel triennio 2014-2017. "La presenza di Gordon Singer - rimarca Scaroni, evidentemente rinfrancato per la presenza della proprieta' all'udienza al fianco del club - è sempre forte e significativa".

MILAN E FAIR PLAY FINANZIARIO, DUE ORE DI UDIENZA ALLA UEFA

Si è conclusa dopo circa 2 ore l'udienza del Milan davanti alla Camera giudicante della Uefa, chiamata a definire una "sanzione disciplinare proporzionata" per le violazioni al fair play finanziario nel triennio 2014-2017, dopo l'annullamento da parte del Tas della squalifica dalle competizioni europee. Della delegazione rossonera impegnata a Nyon, in Svizzera, fanno parte il presidente Paolo Scaroni, Gordon Singer, che con il padre Paul gestisce il fondo Elliott, il team di legali e i membri del Cda, Franck Tuil e Giorgio Furlani. L'udienza è cominciata verso le 9.30 ed è terminata intorno alle 11.30. La nuova decisione della Uefa non è attesa per oggi ma entro la fine dell'anno. Il Milan già da tempo mette in conto la possibilità di ricevere una pena economica (infatti a bilancio sono stati accantonati circa 18 milioni di euro), e non sono esclusi anche limiti al mercato.

AGNELLI: "SUPERLEGA, LA JUVENTUS NON E' COINVOLTA"

"Posso confermare che non abbiamo mai visto, né discusso, né siamo implicati nella creazione di questo documento". In un'intervista alla Bbc Andrea Agnelli, presidente della Juventus e dell'Eca, l'associazione che rappresenta i club europei, nega il coinvolgimento della società bianconera nel progetto di una Superlega europea portato alla luce da Football Leaks. "Siamo completamente impegnati con la Uefa per far progredire il gioco del calcio", ha aggiunto.

Le news di giornata

LAZIO, LOTITO: "SODDISFATTO DI QUANTO FATTO FINO AD OGGI"

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito è soddisfatto di quanto ottenuto fino ad oggi dalla squadra allenata da Simone Inzaghi: "In questa stagione speriamo di migliorarci ancora rispetto a quelle precedenti, sono soddisfatto di quanto fatto fino ad oggi". Lo dice a Viareggio (Lucca) dove ha ritirato questa sera il premio Viareggio sport. Parlando della sua società, Lotito ha sottolineato come sia "migliorato anche il settore giovanile nel quale abbiamo investito molto e sette nostri calciatori sono stati convocati dalla Nazionale Under 15". E non nasconde la sua soddisfazione per l'investimento su "una squadra femminile" e per quello fatto con la Salernitana: "Abbiamo portato la società in Serie B", ha ricordato sottolineando l'importanza di essere stasera a Viareggio a ritirare il premio "nella città in cui organizzano il Torneo di calcio giovanile".

NAZIONALE, GRIFO INDOSSERA' LA MAGLIA N.10

A sorpresa sarà Vincenzo Grifo ad indossare l'ambita maglia numero 10 della Nazionale italiana in occasione della partita amichevole contro gli Stati Uniti di martedì sera. Roberto Mancini ha deciso di affidare una maglia alquanto 'pesante' al classe 1993, al suo debutto in Nazionale. Una scelta a cui non si assiste proprio tutti i giorni. A questo punto potrebbe anche essere lecito aspettarsi un Vincenzo Grifo dal primo minuto contro gli Stati Uniti.

CASILLAS: "PIÙ CHE REAL MADRID-BARCELLONA SEMBRAVA UNA GUERRA POLITICA TRA SPAGNA E CATALOGNA"

Iker Casillas ha parlato del rapporto tra Real Madrid e Barcellona dialogando con Jorge Valdano. Nell'anteprima dell'intervista, l'ex capitano merengue ora al Porto ha sottolineato quanto fossero vissuti in modo esagerato i vari incontri, o meglio scontri, quando in panchina c'era José Mourinho: "Una pazzia, c'era troppa tensione. Iniziò a uscire un certo madridismo che a me non è mai piaciuto, sembrava che fosse una guerra politica più che calcistica, tra Spagna e Catalogna", ha ricordato. Poi ha chiarito: "Io sono madridista e spero che il Madrid vinca sempre, ma non arrivo a questi estremi".

MONDIALI 2030, MAROCCO INSIEME A SPAGNA E PORTOGALLO NELLA CANDIDATURA

Prove di intesa politica per una eventuale candidatura congiunta per i Mondiali del 2030. Una ipotesi storica, visto che si tratterebbe di Paesi che fanno parte di continenti diversi. Infatti il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez, nella sua visita a Rabat, ha parlato con il suo omologo Saadedín Al Othmani a cui ha proposto la candidatura congiunta insieme al Portogallo. Sánchez ha assicurato che la risposta è stata buona, che il presidente del consiglio del Marocco è stato "molto ricettivo" e che i tre Paesi inizieranno a lavorarci seriamente: "Credo che sarebbe una proposta molto competitiva che ci dà grande speranza". Per i nordafricani sarebbe il sesto tentativo di organizzare l'evento dopo le candidature per il 1994, il 1998, il 2006, il 2010 e il 2026, tutte respinte dalla Fifa.

PSG, INDAGINE SULLA SCHEDATURA IN BASE ALL'ETNIA

La procura di Parigi ha aperto un'inchiesta sul Psg per "discriminazione sulla base di origine, razza o nazionalità" dopo le rivelazioni sulla presunta schedatura dei giovani calciatori. Secondo Mediapart l'area degli osservatori del club utilizzava criteri etnici nelle sue schede di valutazione dei giocatori giovani, classificati come 'francese', 'maghrebino', 'delle Antille', 'africano'. Dopo queste rivelazioni, la Lega dei diritti dell'uomo (LDH) ha presentato una denuncia per "discriminazione" e "raccolta e trattamento di dati personali che rivelano l'origine razziale o etnica".

MONCHI: "MAROTTA ALL'INTER POSITIVO PER LA SERIE A"

"Marotta all'Inter? Se rimane in Italia è positivo per il calcio italiano". Il direttore sportivo della Roma Monchi ha commentato cosi' l'ormai prossimo approdo di Beppe Marotta all'Inter. "Ha vinto tanto con la Juve, ha fatto tanto per il calcio italiano, se rimane in Italia è positivo. Per tutti è meglio che i professionisti bravi rimangano qui".

BOMBA CONTRO PULLMAN DEL DORTMUND, CHIESTO CARCERE PER L'ATTENTATORE

Un anno e mezzo dopo l'attentato esplosivo contro il bus del Borussia Dortmund, nell'aprile 2017, quest'oggi è iniziato il processo al principale sospetto. La procura ha richiesto il carcere per Sergei Wenergold, tedesco di origini russe che attaccò il pullman dei grigioneri prima del match di Champions contro il Monaco. Due soli i feriti, un poliziotto in bici e il difensore spagnolo Marc Bartra, colpiti dai frammenti di vetro dopo l'esplosione della bomba carta imbottita di chiodi.

GASCOIGNE, ANCORA GUAI: ACCUSATO DI AGGRESSIONE SESSUALE

Ancora guai per Paul Gascoigne. L'ex centrocampista di Lazio e nazionale inglese, 51 anni, è stato accusato di aver aggredito sessualmente una donna a bordo di un treno. Lo riferisce la polizia, spiegando che la donna ha denunciato 'Gazza' per aver averla toccata in modo inappropriato. Gascoigne, che lotta con l'alcolismo da quando si e' ritirato dal calcio nel 2004, è stato arrestato alla stazione di Durham, nel nord-est dell'Inghilterra, il 20 agosto. L'ex giocatore dovra' comparire davanti al giudice l'11 dicembre.

LAZIO, ACERBI AVVERTE: "MILAN? SE LI SOTTOVALUTIAMO RISCHIAMO BRUTTA FIGURA"

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport Francesco Acerbi, difensore della Lazio, ha avvertito i suoi compagni di squadra in vista della sfida contro il Milan: "Ne ho già parlato con Donnarumma. I rossoneri hanno dei giocatori importanti fuori per infortunio, ma hanno comunque grande qualità e verranno sicuramente a Roma per vincere. Non possiamo sottovalutare il Milan, altrimenti rischiamo di fare una brutta figura".

AL VIA INCONTRO ARBITRI-ALLENATORI SUL VAR

È cominciato l'incontro tra gli arbitri e gli allenatori di Serie A sullo stato di attuazione del Var. Nel corso della riunione, che si sta svolgendo presso la sede della Lega Serie A a Milano, i vertici arbitrali (il designatore della Can A Nicola Rizzoli e il presidente dell'Aia Nicchi) presenteranno numeri e statistiche relativi al Var nelle prime dodici giornate di campionato, chiarendo inoltre ai tecnici tutti i dubbi per quanto riguarda l'utilizzo della tecnologia in campo. Tra gli allenatori, presenti Ancelotti, Spalletti e Gattuso, mentre sono assenti Allegri e Di Francesco, sostituiti rispettivamente dal vice Landucci e dal ds Monchi.

PALERMO, CESSIONE DEL CLUB VICINA

Secondo Il giornale di Sicilia è sempre più vicina la cessione del Palermo: entro questa settimana dovrebbe chiudersi la trattativa che vedrà il passaggio di mano da Maurizio Zamparini ad un fondo internazionale, il cui nome è ancora sconosciuto. L'attuale patron rosanero rimarrà comunque nel club come consulente dell'area sportiva mentre Rino Foschi resterà ds.

NAZIONALE, DONADONI: "I GOL? SERVE PAZIENZA"

"Problema attacco per la Nazionale? Non credo che esista un vero problema. Vero che in questo momento abbiamo delle difficoltà in fase realizzativa però ci sono attaccanti che hanno dimostrato nel nostro campionato di essere dei buoni finalizzatori. Bisogna avere un po' di pazienza, poi gli attaccanti passano quei momenti in cui improvvisamente ci si sblocca. Sono circostanze che bisogna accettare, con la convinzione di avere nel nostro organico dei giocatori di valore che dobbiamo solo aspettare": così l'ex commissario tecnico della Nazionale Roberto Donadoni a Radiouno. "Pavoletti? Non credo che Mancini abbia scartato qualcuno. Un ct non può e non deve mai scartare nulla. Puòessere che in un determinato momento dia la precedenza a determinati giocatori" ha concluso.

FIORENTINA, BENASSI: "PJACA TRISTE, SIMEONE TORNERA' A SEGNARE"

"Pjaca era triste prima del Frosinone, ci ho parlato. È un ragazzo emotivo, si colpevolizzava per essersi perso Florenzi sul gol della Roma. Gli ho detto che deve mettere un punto, la Fiorentina lo ha preso per fare il salto di qualità. Simeone, invece, tornerà a segnare: ci ho parlato, deve ritrovare la tranquillità, è uno dei più forti mentalmente". Queste le parole di Marco Benassi che, intervistato dal Corriere Fiorentino, ha svelato anche di un colloquio avuto col tecnico Pioli dopo il pari contro il Frosinone: "Ci ha detto che non possiamo commettere sempre gli stessi errori. Abbiamo reagito in modo maturo, ci siamo confrontati anche durante il viaggio, ricordando la gara dello scorso anno contro la Roma, quando vincemmo due a zero subendo per novanta minuti. Dobbiamo ritrovare quello spirito, anche perché abbiamo già perso abbastanza punti".