Adriano Galliani diventa ambasciatore della Lega Pro fra le Grandi della Lega A

La proposta del presidente Ghirelli accolta "con orgoglio" dall'ad del Monza

Adriano Galliani diventa ambasciatore della Lega Pro fra le Grandi della Lega A

Adriano Galliani ha accolto "con orgoglio" la proposta del presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, di diventare "ambasciatore della Serie C verso la Serie A". L'ad del Monza, attraverso il sito del club acquistato di recente da Silvio Berlusconi, in una breve nota, si è detto molto onorato della proposta ricevuta dal Ghirelli: "Voglio ringraziare, anche a nome del presidente Silvio Berlusconi, il presidente della Lega Pro e accetto con orgoglio di rappresentare la Serie C nel sistema calcistico Italiano", ha dichiarato l'ex ad del Milan.

La proposta e il sì sono arrivati a stretto giro di posta, poco dopo mezzogiorno. La lettera aperta del presidente Ghirelli aveva questo tono. "Caro Adriano, grazie per ciò che fai, mi piacerebbe che tu accettassi di fare l'ambasciatore del nostro calcio verso la Serie A dove hai forti credenziali. La tua ultima intervista è uno spot incredibile per il calcio italiano e, di conseguenza, per la nostra Serie C. Vi si legge l'infinito amore per il gioco del pallone, vi si legge l'avventura che spinge, a valicare la frontiera, ad un uomo straordinario come il Presidente Berlusconi".
E poi: "Noi, mio caro amico Adriano e caro Presidente Berlusconi, ci siamo, vi chiedo in punta di piedi, ma molto orgoglioso di 'darci una mano'. Come? Schierandovi con noi per far capire alla Serie A e alla Serie B - scrive ancora Ghirelli - che dobbiamo ragionare a sistema Italia nel calcio italiano professionistico. Idee e progetti in sinergia".

TAGS:
Calcio
Galliani

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X