Giornalismo in lutto: è morto Luigi Necco

Storico volto da Napoli di 90° minuto, avrebbe compiuto 84 anni a maggio

Luigi Necco, Ipp

Il mondo del giornalismo è in lutto: è morto all'ospedale Cardarelli di Napoli Luigi Necco, il popolare giornalista napoletano volto storico di 90° minuto negli anni degli scudetti del Napoli di Maradona. Avrebbe compiuto 84 anni a maggio. A stroncarlo una grave insufficienza respiratoria. Nato in un vicolo del quartiere Sanità di Napoli, Luigi Necco è ricordato per i celebri collegamenti dallo stadio San Paolo e per espressioni quali “Milano chiama, Napoli risponde”. Indelebile anche l'intervista a Maradona, ai Mondiali messicani del 1986, al termine della gara vinta dall'Argentina contro l'Inghilterra. “La mano de Dios o la cabeza de Maradona”, chiese Necco riferendosi al primo gol di Diego. “Las dos” (Tutte e due), rispose El Pibe de Oro.

A fine anni Novanta ha condotto per qualche mese anche “Mi manda Raitre”, dopo l’addio di Antonio Lubrano. Quindi il passaggio a Mediaset, dove si è occupato delle dirette dai campi per “Buona Domenica”. Infine il passaggio a Canale 9.

Appassionato di archeologia, per moltissimi anni si è dedicato alla ricerca del tesoro che il celebre archeologo Heinrich Schliemann aveva trovato a Troia nel 1873 e che ufficialmente i tedeschi davano per distrutto nei bombardamenti a Berlino nel 1945.

Il 29 novembre 1981 il giornalista subì un attentato camorristico e venne gambizzato in un ristorante di Avellino per mano di tre uomini inviati da Vincenzo Casillo, detto ‘O Nirone, luogotenente di Raffaele Cutolo fuori dal carcere. Pochi mesi prima Necco a 90° minuto aveva parlato dell’incontro fra il presidente dell’Avellino Antonio Sibilia, accompagnato dal calciatore brasiliano Juary, con lo stesso Cutolo, in una delle udienze del processo al boss. Durante una pausa dell’udienza Sibilia saluta il boss con tre baci sulla guancia e fa consegnare dal calciatore medaglia d’oro con dedica “A Raffaele Cutolo dall’Avellino calcio”. Il gesto però fece scalpore, e Necco ne parlò durante la trasmissione televisiva.

IL CORDOGLIO DEL NAPOLI

DE MAGISTRIS: "MUORE UN MAESTRO DEL GIORNALISMO NAPOLETANO"

“Con Luigi Necco muore un maestro del giornalismo napoletano. Giornalista d'inchiesta, sempre da pungolo per tutti. Con Lui ho avuto un rapporto autentico, di stima e di affetto reciproci, gli ho sempre voluto bene anche quando capitava che non ne condividevo le analisi sulla Città. Un forte abbraccio personale alla famiglia ed al mondo dei giornalisti ai quali anche Necco, da pensatore libero, non risparmiava critiche. Ci resterà il ricordo della sua arguzia, della sua ironia e della sua straordinaria competenza sportiva ed archeologica” è il messaggio di cordoglio del Sindaco Luigi de Magistris.

TAGS:
Luigi necco
Morto
Giornalista
90° minuto
Calcio
Napoli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X