Napoli cancella il Comandante Sarri: "Traditore!". E gli juventini non scordano il dito medio

Sui social divampano le immancabili polemiche, da una parte e dell'altra...

Napoli cancella il Comandante Sarri: "Traditore!". E gli juventini non scordano il dito medio

L'ufficialità della firma di Sarri con la Juventus scatena la delusione dei tifosi del Napoli, che sui social esprimono tutto il loro malumore per la decisione presa dal nuovo allenatore bianconero dopo tre anni alla guida degli azzurri, dal 2015 al 2018. Tra sconcerto, rabbia sportiva e incredulità, c'è già chi pensa ai sonori fischi da tributargli al primo Napoli-Juventus, mentre per alcuni il tecnico avrebbe addirittura "tradito se stesso. L'allenatore ha avuto la meglio sull'uomo, ha ucciso il Comandante".

Dopo il Napoli, la Juve. Dai tifosi partenopei, a quelli bianconeri. Se l'annuncio di Sarri non è stato ovviamente accolto con gioia dai sostenitori napoletani, il tifo juventino per ora si divide tra chi ha fiducia nelle qualità dell'ex tecnico del Chelsea e chi, invece, parla di "ripiego" e non dimentica vecchie frizioni ai tempi dell'esperienza alla corte di De Laurentiis. Vengono ripescate le celebri foto del dito medio mostrato agli juventini e le polemiche sul calendario che imponeva ai partenopei di "giocare sempre prima della Juve". Ma anche l'avventura di Allegri a Torino, del resto, iniziò con molto scetticismo per poi trasformarsi in una storia d'amore costellata di successi. Vincere, del resto, alla Juve è da sempre l'unica cosa che conta.

TAGS:
Calcio
Juve
Napoli
Sarri

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X