Retromarcia Milan, congelato il ricorso al TAS: si cerca un accordo con la Uefa

Secondo il Corriere della Sera il club rossonero ha deciso di non ricorrere contro l'ultima sentenza: possibile l'esclusione dalle coppe per un anno

Retromarcia Milan, congelato il ricorso al TAS: si cerca un accordo con la Uefa

Mentre i tifosi rossoneri aspettano le ultime decisive giornate sperando in un ritorno in Champions League, il Milan con una mossa a sorpresa ha deciso di non presentare ricorso al TAS di Losanna contro la sentenza della Camera giudicante della Uefa per il mancato rispetto del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017, come invece aveva comunicato attraverso il proprio sito ufficiale il giorno della Vigilia di Natale. Lo rende noto il Corriere della Sera, che spiega l'intenzione del Milan di evitare una battaglia giuridica e cercare piuttosto un accordo con la Uefa, che ha già rinviato a giudizio i rossoneri anche per il triennio 2015-2018.

La sentenza in oggetto, che il club rossonero aveva giudicato troppo dura (il bilancio 2018 si è chiuso a quota -126 milioni e il prossimo sembra avviarsi verso un rosso di circa 100 milioni), aveva inflitto ai rossoneri una multa da 12 milioni di euro, il limite di 21 giocatori nelle Coppe e l'esclusione dalle competizioni europee se nel 2021 non sarà raggiunto il pareggio di bilancio (con una tolleranza di -30 milioni).

L'obiettivo del Milan, difficile e ambizioso, sarebbe dunque quello di trovare una soluzione giuridica che consenta di allungare i tempi del raggiungimento del pareggio di bilancio, attualmente fissato al 2021, almeno di un anno e senza stravolgere i principi base del FPF. Una soluzione che però dovrà essere attenta a non irritare gli altri club che negli ultimi anni hanno dovuto sottostare ai paletti dei settlement agreement, come per esempio Inter e Roma.

Un compromesso gradito a entrambe le parti potrebbe essere il 'patteggiamento', con il Milan che resterebbe fuori dalle competizioni europee per una stagione, ma allo stesso tempo eviterebbe il sommarsi di ulteriori sanzioni. Un sacrificio che il club rossonero potrebbe essere disposto a fare a cuor leggero in caso di qualificazione all’Europa Lague, ma non certo se si qualificasse per la Champions.

TAGS:
Calcio
Milan
Uefa
Ricorso tas
Ffp
Sorpresa
Dietrofront
Accordo
Esclusione dalle coppe

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X