F1 Singapore, Leclerc manda a muro la sua Sauber nelle Libere 1

Il monegasco inizia male il weekend, a pochi giorni dalla firma con la Ferrari per il 2019

Non è iniziata nel migliore dei modi la "nuova vita" di Charles Leclerc, che dal 2019 siederà al volante della Ferrari al fianco di Sebastian Vettel. Il monegasco ha preso con eccessiva sicurezza una leggera curva a destra durante le Libere 1 del GP di Singapore, mandando a muro la sua Sauber-Alfa Romeo e ritrovandosi con la sospensione dell'anteriore destra distrutta. Poco male, in realtà: la sessione era quasi finita, il danno non è grave e Charles aveva comunque già ottenuto uno splendido 9° tempo.

Sulla scelta del monegasco si è espresso il team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene: "Bisogna guardare a lungo termine, bisogna pensare al futuro quando si prendono certe decisioni. È una decisione presa da me in discussione coi vertici, se si vogliamo guardare avanti è quella giusta per il team, con tutto il rispetto per Kimi di cui ho grandissima stima e rispetto. Lo si evince anche dal comunicato stampa che gli abbiamo riservato: abbiamo infranto le regole per dare un tributo a Kimi e augurargli il meglio, di solito certi comunicati li facciamo in una riga. Charles? Il primo errore sarebbe mettergli troppa pressione, potrebbe essere un enorme sbaglio. L'ho messo sotto contratto il 26 novembre 2015, con la prima firma con la Ferrari Driver Academy. È uno dei piloti più talentuosi e spero rimanga con noi a lungo. Tutto il paddock sta andando in questa direzione, pensiamo alla McLaren con Sainz-Norris, alla Red Bull con Verstappen-Gasly...è un segnale importante".

TAGS:
Formula 1
Singapore
Marina Bay
Leclerc

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X