Psg, marchio Jordan per la terza e la quarta maglia

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
Foto 1
Foto 2
Foto 3
Foto 4
Foto 5
Foto 6
Foto 7
Foto 8
Foto 9
Foto 10
Foto 11
Foto 12
Foto 13
Foto 14
Foto 15
Foto 16
Foto 17
Foto 18
Foto 19
Foto 20
Foto 21
Foto 22
Foto 23
Foto 24
Foto 25
Foto 26
Foto 27
Foto 28
Foto 29
Foto 30
Foto 31
Foto 32
Foto 33
Foto 34
Foto 35
Foto 36
Foto 37
Foto 38
Foto 39
Foto 40
Foto 41
Foto 42
Foto 43
Foto 44
Foto 45
Foto 46
Foto 47
Foto 48
Foto 49
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49

Presentata oggi a Parigi la collaborazione tra Jordan Brand e Paris Saint-Germain
Per la prima volta Jordan entra nel calcio e lo fa con il club francese. La terza e la quarta divista del PSG avranno il logo Jordan.
Il club debutterà con la divisa Jordan Brand il 18 settembre nella partita di Champions League.

Jordan Brand scende in campo anche nel calcio, per la prima volta, e sceglie proprio Parigi per questa svolta epocale.

“Jordan Brand e Paris Saint-Germain condividono una posizione di prestigio in ambito sportivo e stilistico, quindi quella con il club è una collaborazione che calza a pennello” Michael Jordan.

A Jordan fa eco il presidente del PSG Nasser Al-Khelaifi che sottolinea: “La partnership tra Paris Saint-Germain e Jordan Brand rispecchia l’ambizione di entrambi i brand di creare un connubio tra stile, performance e innovazione. Condividiamo molti valori con Jordan Brand, famoso in tutto il mondo per il suo retaggio sportivo e il suo design unico.  Crediamo fortemente che questa partnership farà impazzire i nostri tifosi, ci aiuterà a raggiungere un’ulteriore fetta di pubblico e rafforzerà la nostra portata mondiale”.

Anche i parigini stessi nutrono un affetto particolare per il brand. “Negli Stati Uniti, se senti la parola Jordan, pensi subito a una partita di basket o a un evento hip-hop. A Parigi no, è tutt’altra cosa, “è Jordan” e non si limita solo ai giocatori di basket o alla community dell’hip-hop”, dice Laurent Nicolas Bourgeois, che, insieme al fratello gemello Larry Nicolas, forma l’acclamatissimo duo di ballerini Les Twins. “Siamo due dei più grandi tifosi di Jordan in tutto il mondo. È il nostro idolo”.

La collezione Jordan Brand x Paris Saint-Germain offre quindi sia capi performance sia lifestyle, arricchite da due divise da calcio special edition, scarpe e altre tipologie di capi. Le divise sono studiate sul telaio Nike Vaporknit Match, presentano una colorazione pulita in bianco e nero con accenni rossi e verranno usate dal club come terza e quarta maglia. La divisa per i portieri è di quel rosso acceso, tipico dei raggi infrarossi, che rimanda a uno dei colori storici di Jordan Brand. “Siamo molto contenti di mettere insieme queste due realtà così appassionate inserendo il Jumpman sul petto del Paris Saint-Germain per  continuare a tener vivo l’entusiasmo per lo sport e lo stile a livello mondiale” dice Jordan.

>
I giornali del 20 aprile

I giornali del 20 aprile

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Serie A: le prossime giornate

Serie A: le prossime giornate

Scudetto, Europa, salvezza: le gare fino al termine del campionato

Montecarlo, Fognini show

Montecarlo, Fognini show

Steso Coric: Fabio vola in semifinale

Inter: Dybala è già... nerazzurro

Dybala è già... nerazzurro

I tifosi sognano Paulo all'Inter e si stanno attrezzando

Separati alla nascita: le strane somiglianze nello sport

I sosia nel mondo dello sport

David Luiz-Alex Kral solo l'ultimo caso

Milan, che notte: il 5-0 al Real Madrid che ha fatto la storia

Milan, che notte: il 5-0 al Real Madrid che ha fatto la storia

Sono passati 30 anni dal capolavoro dei rossoneri di Sacchi nella semifinale di Coppa dei Campioni.

Dovizioso, bagno di folla a Roma

Dovi, bagno di folla a Roma

Il pilota della MotoGP all'inaugurazione di un nuovo negozio Ducati

I giornali del 19 aprile

I giornali del 19 aprile

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Insigne, rabbia in panchina

Insigne, rabbia in panchina

Europa League, Ancelotti lo sostituisce e lui non la prende benissimo...