• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Russia 2018, la Nazionale dei grandi assenti

Mancano ancora 9 squadre per completare il lotto delle 32 che prenderanno parte alla fase finale di Russia 2018, ma sono già tante le stelle bocciate che dovranno assistere al Mondiale davanti alla tv. A metterli insieme, per gioco, viene fuori una squadra niente male che, una volta trovato l'equilibrio, potrebbe seriamente vincere il titolo. In porta c'è Oblak (Slovenia - foto 1), il numero 1 dell'Atletico Madrid tra i migliori al mondo. La difesa a tre è formata dal tuttofare del Bayern Alaba (Austria - foto 2), dal centrale della Lazio de Vrij (Olanda - foto 3) e dal terzino del Napoli (Ghoulam - foto 4). Qualità e quantità nel centrocampo, con gli assi del Bayern Robben (Olanda - foto 5) e Vidal (Cile - foto 6), e gli 'italiani' Pjanic (Bosnia - foto 7) e Hamsik (Slovacchia - foto 8). Da favola il tridente formato da Sanchez (Cile - foto 9), dal romanista Dzeko (Bosnia - foto 10) e da Bale (Galles - foto 11). In panchina quella vecchia volpe di Mircea Lucescu (foto 12) che, chiamato ad agosto per portare la Turchia ai Mondiali, ha fallito l'obiettivo.

>
I giornali: lunedì 18 giugno

I giornali: lunedì 18 giugno

La rassegna italiana e internazionale

Behrami annienta Neymar

Behrami stoppa Neymar

Grande prestazione del mediano della Svizzera contro O'Ney

Mondiali Russia 2018, Brasile-Svizzera 1-1: il capolavoro di Coutinho non basta

Brasile-Svizzera 1-1

Zuber risponde a Coutinho

Germania-Messico (Afp)

Mondiali: Germania, che flop

Estasi Messico: 1-0

Serbia, Kolarov affonda Costa Rica

Serbia, basta Kolarov

Gruppo E: Costa Rica steso di misura

Alonso, trionfo a Le Mans

Alonso, trionfo a Le Mans

Lo spagnolo vince la 24 Ore di Le Mans al debutto

New look, le capigliature strampalate

New look, le capigliature strampalate

Nel calcio, e non solo nei Mondiali, i campioni con le loro capigliature hanno sempre...esagerato

Twitter

Egitto, ottimismo per Salah

L'attaccante del Liverpool si è allenato con il resto della squadra: Cuper può averlo per la gara di martedì contro la Russia

Lorenzo, AFP

Jorge, altra martellata

Seconda vittoria di fila per il maiorchino della Ducati