Calciomercato, svolta Barcellona-Griezmann. L'Equipe: "Pagata la clausola di 120 milioni all'Atletico Madrid"

Secondo il quotidiano francese, i catalani avrebbero versato nelle casse dei rivali i soldi necessari all'acquisto dell'attaccante. Il club smentisce, ma il pagamento sarebbe previsto comunque venerdì

L'annuncio della svolta arriva dalla Francia, patria di Antoine Griezmann: "Il Barcellona ha pagato la clausola rescissoria". Tutto fatto, dunque: l'Atletico Madrid, infuriato con l'attaccante e con il club rivale, avrebbe ricevuto il versamento di 120 milioni di euro, condizione indispensabile per "liberare" il centravanti. Il club nega, secondo il Mundo Deportivo, ma il pagamento avverrebbe comunque venerdì.

Fine della storia, dunque. E, ovviamente, inizio di una nuova avventura, dal punto di vista di Griezmann. L'Atletico aveva attaccato il giocatore e il Barcellona pubblicando un duro comunicato la scorsa settimana, mettendo in risalto che l'accordo tra le parti sarebbe avvenuto con le due squadre in piena lotta per la Liga e i colchoneros ancora in corsa in Champions.

Così aveva intimato lo stesso Griezmann a presentarsi in ritiro finché il Barcellona non avrebbe pagato i soldi della clausola. L'attaccante si è rifiutato e ha aspettato che fossero i blaugrana a muoversi. Cosa, che stando a L'Equipe, sarebbe avvenuta nel pomeriggio di oggi, giovedì 11 luglio. Aspettando l'ufficialità, il francese campione del mondo può ritenersi finalmente libero.

TAGS:
Calciomercato
Griezmann
Barcellona
Atletico Madrid
Clausola

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X