TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

PyeongChang, delusione per l'Italia del pattinaggio artistico

Gigante rinviato, niente bis per Windisch nel biathlon

Giornata amara per l'Italia a PyeongChang: nessuna medaglia. Dopo il rinvio del gigante femminile, è arrivato il quarto posto nel team event di pattinaggio artistico. Una beffa per Carolina Kostner e compagni che hanno chiuso dietro agli Stati Uniti. Niente medaglia bis per Windisch nell'inseguimento biathlon, male anche Vittozzi e Wierer nella prova femminile. Decimo posto per la Lollobrigida nei 1500 metri di pattinaggio velocità.

PATTINAGGIO VELOCITÁ: LOLLOBRIGIDA DECIMA NEI 1500

PATTINAGGIO VELOCITÁ: LOLLOBRIGIDA DECIMA NEI 1500

Francesca Lollobrigida ha chiuso al decimo posto la gara dei 1.500 di pattinaggio velocità, ai Giochi invernali di PyeongChang. L'oro è andato all'olandese Ireen Wust, l'argento alla giapponese Miho Takagi, il bronzo all'altra olandese Marrit Leenstra. Venticinquesima Francesca Bettrone.

FREESTYLE: KINGSBURY ORO

Mikael Kingsbury ha vinto ha vinto l'oro nelle moguls di freestyle alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang. Il 25enne canadese, argento quattro anni fa a Sochi, ha concluso con il punteggio di 86,63. Argento all'australiano Matt Graham, bronzo al giapponese Daichi Hara.

WINDISCH: "OGGI ERA DURA"

"Oggi è stata dura per me, ho iniziato con due errori, poi ho rischiato ma è andata male anche a me". Dominik Windisch, ieri medaglia di bronzo nella 10 km sprint di Biathlon, non ha ripetuto l'exploit nella 12,5 km di inseguimento, gara nella quale ha finito al 16esimo posto, lontano dal podio e a termine gara ha fatto un bilancio a caldo. "Oggi non avevo tanti gruppi davanti a me, non sono mai riuscito a chiudere i buchi e con quel vento fai fatica, non sono mai riuscito a recuperare". "Siamo sulla buona strada - ha comunque concluso l'atleta altoatesino - tutta la squadra è in una buonissima forma e quindi guardiamo avanti alle prossime gare".

BIATHLON: ORO FOURCADE NELLA 12.5 KM INSEGUIMENTO. HOFER 10°, WINDISCH 16°

BIATHLON: ORO FOURCADE NELLA 12.5 KM INSEGUIMENTO. HOFER 10°, WINDISCH 16°

Strepitoso oro per il francese Martin Fourcade nella 12.5 km inseguimento di biathlon. E' il suo terzo oro olimpico. Argento a sorpresa per il giovane svedese Sebastian Samuelsson, bronzo alla Germania con Benedikt Doll. Dopo la medaglia di bronzo di ieri niente bis per l'azzurro Dominik Windisch: l'altoatesino ha chiuso al 16° posto con cinque errori al poligono. Meglio di lui ha fatto il compagno Lukas Hofer che si è classificato decimo (tre errori).

WIERER: "HO PATITO IL FREDDO"

"Ho patito tanto il freddo. Sono condizioni difficilissime per tutte ma io l'ho sofferto particolarmente, in gara mi fa tutto male e ho quasi i crampi. Non sono proprio sciolta". Dorothea Wierer spiega cosi' il suo quindicesimo posto nella gara 10 chilometri a inseguimento di biathlon alle Olimpiadi di Pyeongchang. "Sono partita che non ero riscaldata bene - ha aggiunto - e al primo poligono non sentivo più le dita. Non sentivo se stavo premendo il grilletto o no". C'è rimpianto ma anche voglia di riscatto nelle parole di Lisa Vittozzi, che era partita dalla sesta posizione ed è finita undicesima: "Ho avuto un po' di sfortuna, all'ultimo poligono è arrivata una ventata e non riuscivo a tirare il colpo, continuavo a dondolare". "Alla fine è andata male - conclude - ma sono molto positiva. Continua la ricerca della gara perfetta, io non mi arrendo e ho ancora quattro gare". La terza italiana in gara, la valdostana Nicole Gontier ha chiuso la prova al 48 posto con sette errori al poligono. "Avevo un po' di ansia e poi il freddo - adesso spero solo di rifarmi nelle prossime gare".

BACH: "SPORT NON PUO' CREARE PACE"

"Lo sport non può creare la pace, questa è responsabilià dei politici". Lo ha dichiarato il presidente del Cio, Thomas Bach, in un'intervista al box di Afp all'interno del Media center allestito in occasione dei Giochi olimpici di PyeongChang. "La sfilata delle due Coree è stato un momento carico di emozione - ha spiegato - Certo, avevamo la dichiarazione di Losanna del 20 gennaio sulla partecipazione coreana ai Giochi. Ma c'era ancora molto lavoro da fare. Quando la squadra unita è entrata nello stadio c'è stata molta emozione perché abbiamo visto questo momento nascere. Eravamo contenti di poter inviare questo messaggio di pace e di comprensione: il messaggio olimpico della Corea al mondo. Ed era importante che questo avvenisse nella penisola coreana, dove si sa esistono forti tensioni politiche". Secondo Bach non deve essere lo sport "a creare la pace, ma lo sport può abbattere ponti, aprire porte. Noi possiamo mostrare che un dialogo puo' portare a un risultato positivo, come abbiamo mostrato qui. Per il resto sono i politici i responsabili, sono loro a dover agire, sono loro che devono utilizzare i mezzi a disposizione per avviare una discussione". Per questo, il Cio continuerà il dialogo avviato "anche dopo la fine dei Giochi. Abbiamo 26 comitati nazionali olimpici, siamo neutrali dal punto di vista politico, e cerchiamo di trattare l'insieme dei 206 comitati nazionali allo stesso modo". E sulla polemica nata dalla presenza delle cheerleader nordcoreane, Bache precisa di non aver alcun problema,"questo faceva parte interrante dell'accordo inter-coreano. Secondo me dai coreani questo è stato ben visto, come lo è stato la squadra unita. Il presidente Moon Jae-in mi ha raccontato che durante la gara di short track le cheerleader hanno sostenuto gli atleti del sud. Questo è un segnale positivo".

INSEGUIMENTO BIATHLON: MALE VITTOZZI E WIERER

Niente medaglia per l'Italia nell'inseguimento femminile biathlon. Quindicesima Dorothea Wierer che ha deluso le aspettative, mentre ha fatto di poco meglio Elisa Vittozzi chiudendo undicesima. Ora alla tedesca Dahlmeier che ha dominato davanti alla slovacca Kuzmina e alla francese Bescond.

CAMBIANO ANCORA GLI ORARI DEL GIGANTE DONNE

Nuovo rinvio per il gigante femminile alle Olimpiadi invernali di PyeongChang, ma questa volta si tratta solo di un cambio di orari, sempre nella giornata di giovedì 15 febbraio. La prima manche partirà alle 10.00, la seconda alle 13.45 (2 e 3.45 ora italiana). Alle 11.30 lo stesso giorno, è stata riprogrammata anche la discesa libera maschile. Entrambe le gare sono state rinviate dagli organizzatori per le difficili condizioni del vento sulle piste.

CIO: "RINVIO GARE SCI PER SICUREZZA ATLETI"

"La priorita' e' la sicurezza degli atleti". Lo fa sapere il Comitato olimpico internazionale in merito alla decisione di posticipare l'inizio delle gare dello sci alpino alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang a causa del forte vento, fra i 70 e i 100 km/h, e delle rigide temperature che imperversano in queste ore sulla localita' sudcoreana. "Dobbiamo rivedere il programma e questo ci provoca un gran mal di testa, ma non prenderemmo mai una decisione che potrebbe mettere a rischio la sicurezza degli atleti", sottolinea il portavoce del Cio, Mark Adams, rimandando ogni discorso su eventuali misure straordinarie: "Estendere la durata dei Giochi? E' un po' presto per parlare di questo. A Nagano e' stata disputata la discesa cinque minuti prima della cerimonia di chiusura, ma in questo momento e' un discorso prematuro". Dal punto di vista del Cio, il rinvio delle gare alle Olimpiadi "non e' una cosa cosi' inusuale". "Il presidente della Federazione internazionale di sci -conclude Adams- questa mattina era alla riunione di coordinamento e sembrava piuttosto tranquillo a riguardo".

SNOWBOARD SLOPESTYLE, ORO ALLA ANDERSON

Jamie Anderson ha vinto l'oro nello Slopestyle di snowboard. La statunitense, già olimpionica a Sochi, ha chiuso con 83 punti davanti alla canadese Blouin (76,330) e alla finlandese Rukajarvi (75,380).

GIGANTE, GOGGIA: "PECCATO PER IL RINVIO DI OGGI"

"È stato un peccato non correre oggi perche' era una bella giornata pero' veramente il vento tirava troppo forte, a queste temperature ti brucia addirittura la faccia. Nei prossimi giorni danno temperature in rialzo fortunatamente, si dovrebbe stare meglio, e speriamo che il vento cali. Speriamo di correre in condizioni uguali per tutti". Cosi' la sciatrice bergamasca Sofia Goggia arrivata a Casa Italia, quartier generale degli azzurri ai Giochi olimpici di PyeongChang, dopo il rinvio dello slalom gigante femminile in programma oggi. "Bisogna stare calmi in questi casi, io a dire la verita' questo gigante me lo voglio prendere come gara rompighiacci perche' quest'anno non sono stata competitiva, ho fatto tre 16simi posti, un podio un po' venuto en passant - ha spiegato l'azzurra - ma chiaramente su questa disciplina non riesco a esprimermi sui livelli dell'anno scorso, quindi non mi aspetto nulla e la prendo come prima esperienza olimpica e primo pettorale". Per quanto riguarda la preparazione "questo rinvio non cambia nulla. Chiaramente devo fare un giorno in piu' di gigante senza concentrarmi direttamente sugli allenamenti di super g - ha aggiunto - ma l'importante e' sciare, fare curve, cercare sensazioni indipendentemente dalla disciplina che si affronta negli allenamenti".

PATTINAGGIO, CAPPELLINI-LANOTTE: "COSA HA VISTO LA GIURIA?"

Il quarto posto finale nel team event di pattinaggio di figura non va giù alla nostra squadra azzurra. Carolina Kostner, quarta nella sua prova, è stata probabilmente penalizzata anche se un paio di imperfezioni potrebbero anche giustificare il quarto posto individuale. Meno comprensibile è il giudizio dato alla coppia Cappellini-Lanotte: "Abbiamo fatto la gara della vita, siamo orgogliosi di noi, delusi dal punteggio - dicono -. Di sicuro la giuria è composta da persone competenti ma non sappiamo cosa abbiano visto. Abbiamo capito cosa dovevamo migliorare, lo abbiamo fatto ma loro lo hanno capito? C'è stato troppo stacco tra una coppia e l'altra e questo non ci è piaciuto. Ne parleremo durante gli incontri che abbiamo con le giurie. Noi proseguiamo sulla nostra strada, in vista della gara individuale non cambieremo nulla, non ha senso, cambiare. Si rischia di rovinare tutto".

PATTINAGGIO, KOSTNER: "ORGOGLIOSI DI QUELLO CHE ABBIAMO FATTO"

"Siamo una mini nazione, l'obiettivo era stare in finale. Siamo una grande squadra, orgogliosi di quello che abbiamo fatto". Carolina Kostner non e' stata impeccabile nella prova del libero nel team event di pattinaggio artistico ai Giochi di PyeongChang: dopo il bel corto di ieri, l'azzurra ha fatto il quarto punteggio. E l'Italia ha chiuso ai piedi del podio. "Ho sentito un bella energia positiva - ha detto Kostner - ho fatto due mini errori, non ero perfettamente a mio agio".

PATTINAGGIO TEAM EVENT, ITALIA QUARTA

PATTINAGGIO TEAM EVENT, ITALIA QUARTA

Italia ai piedi del podio nella prova del team event di pattinaggio di figura ai Giochi invernali di PyeongChang. Gli azzurri Matteo Rizzo per l'individuale maschile, Carolina Kostner per quella femminile, Marchei-Hotarek per la coppia e Cappellini-Lanotte per la danza hanno chiuso al quarto posto con 56 punti. L'oro è andato alla squadra canadese con 73 punti, argento per il team dei russi senza bandiera con la star Zagitova (66), e bronzo agli Stati Uniti (62).

LA CLASSIFICA DEL TEAM EVENT

RINVIATO IL GIGANTE DONNE

A causa del forte vento, con raffiche fino a 100 chilometri orari, e' stato rinviato lo slalom Gigante femminile dei Giochi olimpici di Pyeongchang (prima manche alle 2.15 e seconda manche alle 5.45 ora italiana). Nelle prossime ore sara' definita la nuova data. "Era impossibile correre - spiega il capo allenatore della squadra femminile Matteo Guadagnini - e la faccia bruciava da quanto il vento ci sbattesse contro".

LE COREE UNITE CANDIDATE PER IL NOBEL?

"E' un ottima idea. E' meraviglioso": cosi' il membro nordcoreano del Cio, Chuang Ung, commenta la proposta di candidare la squadra di hockey su ghiaccio femminile della Corea del Nord e della Corea del Sud al Nobel per la pace. Proposta avanzata dall'ex stella dell'hockey, Angela Ruggiero, oggi alto membro americano del Cio. Chang Ung e' ospite a Casa Italia dove e' giunto assieme al membro del Cio Mario Pescante.

TAGS:
LANCIO LIVE 12 FEBBRAIO OLIMPIADI

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X