Scommesse, assolti a Cremona Bracciali e Starace

Ex tennisti azzurri scagionati perché "il fatto non sussite"

Foto LaPresse

Il Tribunale di Cremona ha assolto dall'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva gli ex tennisti azzurri Daniele Bracciali e Potito Starace e l'ex ds del Perugia Calcio, Roberto Goretti. I tre sono stati scagionati "perché il fatto non sussiste". Si chiude dunque con un'assoluzione lo "scandalo" scommesse per Bracciali e Starace.

Nel 2016, davanti al gup di Cremona, avevano patteggiato i bolognesi Manlio Bruni e Francesco Giannone, ex commercialisti di Beppe Signori, rispettivamente un anno e dieci mesi e un anno e otto mesi di reclusione. Aveva patteggiato 8 mesi anche Enrico Sganzerla, commercialista di Verona.

TAGS:
Tennis
Scommesse
Bracciali
Starace
Assolti

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X